Cronaca

Coronavirus, l’Umbria vede la fine del “tunnel”. Ma con due incognite: varianti e bel tempo

L’ultimo bollettino: i casi sotto quota 2.700, scendono incidenza e indice Rt. Il commissario Braganti: continuare ad avere un comportamento responsabile. Vaccini, da metà maggio tocca agli over 60

L’Umbria vede la fine del tunnel imboccato ormai più di un anno fa con l’inizio dell’emergenza Coronavirus. Ma davanti ci sono almeno un paio di ostacoli che potrebbero allungare la corsa: il rischio varianti e il bel tempo.

Al termine del consueto punto settimanale sulla situazione dell’emergenza sanitaria e in vista del fine settimana, il direttore regionale alla salute e welfare, Massimo Braganti, ha posto l’accento sul rispetto delle regole “fondamentali” per contenere il contagio: “Sono tre – ha detto - le regole fondamentali. Quindi, distanziamento, mascherine e lavaggio delle mani. Ho visto dai giornali e di persona gruppi di ragazzi senza mascherina. L’invito è ad adottare un comportamento responsabile da parte di tutti”.

La curva dei contagi ha infatti imboccato una discesa, che è però lenta, anche in considerazione del numero sempre più esiguo di casi. L’indice di replicabilità del virus (Rt) per l’Umbria è a 0,97 (0,88 in Italia). L’incidenza dei contagi ogni centomila abitanti è ormai sotto controllo: la media è di 74,47, nel distretto di Terni è a 72,95 con Orvieto che arriva addirittura a 14,84. Numeri da “zona bianca”. Preoccupano soltanto un paio di situazioni più delicate: Montefalco e Foligno.

Sempre restando ai numeri, il bollettino di oggi – 6 maggio – parla di 99 nuovi casi di contagio (2.684 attuali positivi e 54.966 totali) a fronte di 2.432 tamponi molecolari eseguiti nelle ultime ore (872.959 totali) e 4.488 test antigenici (329.973 totali) per 6.920 test totali effettuati nelle ultime ore con un tasso di positività dell’1,4%.

I guariti diventano 50.917 (+141), mentre salgono a 1.365 (+1) i decessi complessivi conteggiati dall’inizio della pandemia. In diminuzione invece il numero delle persone in isolamento contumaciale che ora sono 2.522 (-35), mentre scende a 162 (-8) il totale dei pazienti ricoverati e a 22 (-2) il numero di quelli in terapia intensiva.

Così a Terni

Trend in discesa anche a Terni dove gli attualmente positivi al Coronavirus sono 302 (-7 nelle ultime 24 ore) con i casi positivi che arrivano dunque a 6.112 e le guarigioni che toccano quota 5.658 (+15). Nessuna variazione per quanto riguarda i decessi (152), i ricoveri ordinari per Covid (14) e le terapie intensive (3).

Incognita varianti

Uno degli aspetti da tenere però in considerazione è quello della presenza in Umbria delle varianti, elemento che a febbraio ha incrementato la diffusione dei contagi. Al 20 aprile, i sequenziamenti di 27 campioni analizzati hanno infatti evidenziato la presenza nel 78% di casi di variante inglese, nel 15% di variante brasiliana e nel 7% di variante nigeriana, che fino a quel momento (18 febbraio e 18 marzo) non era stata individuata.

Il punto sui vaccini

Alle 8 di questa mattina, sono 106.074 gli umbri che hanno completato il ciclo di vaccinazione mentre in 228.740 hanno ricevuto una prima dose di farmaco. Entro la fine di maggio è prevista la consegna di circa 200mila dosi di vaccino per l’Umbria, mentre il 9 e il 16 maggio sono in programma due vax day destinati ai soggetti estremamente vulnerabili prenotati per giugno. Nei prossimi giorni saranno inoltre distribuite 27mila dosi ai medici di medicina generale che dovrebbero soddisfare le richieste relative alla fascia di età 70-79 anni.

Tutto questo per “liberare” spazio e procedere con altre categorie, anche attraverso un incremento di punti vaccinali. Si sta, ad esempio, lavorando ad una convenzione con gli ambulatori privati. Se il rullino di marcia non avrà intoppi, e arriveranno farmaci a sufficienza, fra il 15 ed il 20 maggio si potrà avviare la vaccinazione degli over 60.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l’Umbria vede la fine del “tunnel”. Ma con due incognite: varianti e bel tempo

TerniToday è in caricamento