Coronavirus, controlli a tappeto a Terni: “La situazione sta migliorando”. Sanzioni comminate e motivazioni

Rispetto ai primi giorni la città è sempre più deserta. Qualcuno però prova a fare il furbo senza comprendere l’importanza del momento in cui stiamo vivendo

foto di repertorio

Prosegue a gran ritmo l’attività di monitoraggio da parte delle forze dell’ordine, sull’intero territorio ternano. Soltanto nella giornata di ieri sono stati effettuati controlli a Terni, Acquasparta, Arrone, Ferentillo, Montefranco, Acquasparta e Stroncone. L’attività è congiunta e propedeutica nel far rispettare tutte le normative vigenti previste nei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri. L’emergenza sanitaria con la quale si sta confrontando un intero paese necessita di misure volte a tutelare la sicurezza e la salute dei cittadini. L’impegno di carabinieri, guardia di finanza, polizia di stato e polizia locale è notevole quanto efficace.

Secondo gli ultimi rilevamenti, osservano dall’Arma dei carabinieri, si può constatare come le norme siano state recepite dalla popolazione, quasi per intero. Un po' per rispetto delle stesse ed un po' per paura le strade della città e dei territori limitrofi si stanno svuotando progressivamente. Ora sono praticamente quasi deserte. Un segnale positivo che accerta la buona condotta di quasi tutta la cittadinanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia qualcuno sembra ancora non aver recepito le direttive impartite. Sono stati sanzionati, negli ultimi giorni per mancato rispetto delle prescrizioni del decreto presidenziale, alcuni soggetti che andavano in bicicletta. Inoltre c’è chi è stato sorpreso con la propria moto mentre si aggirava per le strade della provincia. Infine per chi fa la spesa accompagnato occorre fare delle distinzioni. E qui che entra in gioco l’aspetto umano e la capacità di saper cogliere dei doverosi distinguo tra chi fa finta di non aver capito e chi, come potrebbero essere gli anziani, non hanno compreso appieno la bontà delle normative. In quest’ultimo caso (di recarsi negli esercizi commerciali ndr) qualcuno è stato redarguito, altri sottoposti a provvedimento. Non basta dunque un impegno costante da parte delle forze dell’ordine, occorre anche confrontarsi con queste situazioni che si potrebbero tranquillamente evitare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • Ospedale di Terni, ulteriore stretta sugli accessi: i provvedimenti attuati per limitare la diffusione del Coronavirus

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento