Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, balzo di positivi in Umbria con leggero aumento anche a Terni. Scendono i pazienti ricoverati

Cinquantasei i nuovi casi di contagio registrati nelle ultime ore, di questi nove localizzati nel capoluogo di provincia

Una risalita della curva del contagio, seppur contenuta rispetto ai dati dei mesi scorsi, emerge nelle ultime ore in Umbria. Sono infatti cinquantasei i nuovi casi di positività al Coronavirus, di questi nove accertati a Terni. In città dunque si computano quaranta attuali Covid+ con un paziente ricoverato in ospedale. Eseguiti 4165 tamponi di questi 1386 molecolari e 2779 antigenici. Gli attuali positivi risalgono a 662, a fronte di undici guarigioni, per un complessivo di 54952 dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Scende di tre unità il numero di pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere (cinque), uno di questi in terapia intensiva. Invariato il computo di persone decedute, risultate positive al tampone, attualmente pari a 1424.  

Ricoverati in ospedale totale 5:

Perugia 1; Terni 4 (un paziente in terapia intensiva)

Nuovi casi: totale 56

Avigliano Umbro (1), Castel Viscardo (1), Citerna (1), Città di Castello (7), Corciano (1), Foligno (3), Giano dell’Umbria (1), Gualdo Cattaneo (1), Gualdo Tadino (2), Marsciano (5), Monte Santa Maria Tiberina (1), Perugia (9), San Giustino (3), Spoleto (1), Terni (9) e Torgiano (1). Fuori regione totale 9.

Guarigioni: totale 11

Foligno (2), Gubbio (1), Marsciano (1), Perugia (2), Spoleto (1) e Umbertide (3). Fuori regione totale 1.

Analizzando l’andamento epidemiologico, a livello settimanale, emergono 116 nuovi casi di cittadini positivi al Covid, individuati in Umbria. Il commissario Massimo D’Angelo ha dichiarato a riguardo: “In questa fase si sta rivelando determinate il contact tracing che, da subito, è stato fondamentale per l’individuazione dei nuovi casi e l’isolamento dei contatti stretti. E’ proprio il controllo capillare a livello territoriale - ovviamente affiancato alla campagna vaccinale - che ci permetterà di contenere l’aumento dei nuovi casi e quindi la circolazione della variante Delta”.

Inoltre il commissario D’Angelo ha quindi precisato che, all’aeroporto di Perugia, sono attivi i controlli e che solo per i voli extra comunitari, quindi per gli arrivi da Tirana e Malta è prevista la quarantena rispettivamente di 10 e 5 giorni e l’effettuazione di un tampone di controllo. Concludendo ha ricordato che, a partire dalla prossima settimana, saranno vaccinati gli under 30 che hanno già dato la preadesione e ha invitato tutti i giovani che ancora non hanno manifestato la volontà di essere vaccinati ad aderire alla campagna vaccinale. Inoltre, D’Angelo ha rivolto un appello a tutta la popolazione affinché, in questa fase di ripartenza, non vengano abbandonate le regole comportamentali per evitare il contagio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, balzo di positivi in Umbria con leggero aumento anche a Terni. Scendono i pazienti ricoverati

TerniToday è in caricamento