menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale e Capodanno, le regole: niente spostamenti tra Regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio

Via libera al decreto legge in attesa di un nuovo Dpcm che i provvedimenti anti Coronavirus. Vietato muoversi dal proprio Comune di residenza il 25 e 26 dicembre e il primo gennaio 2021

Natale e Capodanno 2020, prime decisioni ufficiali in attesa del nuovo Dpcm. Il consiglio dei ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce “modificazioni urgenti della legislazione emergenziale per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus Covid19”.

Il testo, spiega il Governo, “estende il limite massimo di vigenza dei decreti del presidente del consiglio dei ministri (cioè i Dpcm) attuativi delle norme emergenziali, portandolo dagli attuali trenta a cinquanta giorni”.

Capitolo spostamenti. Il decreto-legge stabilisce anche che “dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Regioni diverse (compresi quelli da o verso le province autonome di Trento e Bolzano), ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute”.

E ancora: “Il 25 e il 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 - spiega Palazzo Chigi in una nota - saranno vietati anche gli spostamenti tra Comuni diversi, con le stesse eccezioni (comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute)”.

Ma, sottolinea il Governo, “sarà sempre possibile, anche dal 21 dicembre al 6 gennaio, rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione”.

Conclusione con la questione delle seconde case: “Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sarà vietato spostarsi nelle seconde case che si trovino in una Regione o Provincia autonoma diversa dalla propria. Il 25 e 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 il divieto varrà anche per le seconde case situate in un Comune diverso dal proprio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento