Cronaca

Coronavirus, Coletto: “Indice Rt sotto la media nazionale. Massima attenzione ma non dobbiamo terrorizzare i turisti”

L’intervento nel corso della conferenza stampa concernente l’illustrazione del bilancio della sanità umbra: “Interlocuzione continua con la cabina di regia ministeriale”

foto Giacomo Sirchia

Il bilancio della sanità umbra al centro della conferenza stampa da remoto, tenutasi nel corso del pomeriggio di lunedì 12 luglio, alla quale hanno partecipato la presidente Donatella Tesei, l’assessore alla salute Luca Coletto ed il direttore salute Massimo Braganti. Proprio quest’ultimo ha analizzato i dati emersi, a seguito degli ultimi aggiornamenti e confronti con il Ministero, perdurati fino alla data dello scorso 7 luglio. La governatrice dell’Umbria, a tal proposito, ha dichiarato: “Siamo riusciti a chiudere in equilibrio il bilancio. Ristrutturazione e piano sanitario sono aspetti imprescindibili con al centro la salute dei cittadini. Il nostro impegno è avere una sanità pubblica universale ed essere attrattiva, anche per chi viene da fuori regione, per rispondere alle esigenze di tutti”.

Sul tema l’assessore regionale Luca Coletto ha ricordato l’importanza di arrivare al re-equilibrio poiché: “Si rischiava di mettere mani alle tasche dei cittadini. Come prevede la legge, in mancanza di copertura, è previsto un intervento mediante un’addizionale Irpef. Ereditiamo dal passato mancanze storiche collegate ad una rete sanitaria obsoleta e da rivedere”. C’è stato anche spazio per fare il punto sulla campagna vaccinale ed i possibili scenari dettati dalla diffusione della cosiddetta variante Delta: “L’interlocuzione con la cabina di regia ministeriale è continua anche per incentivare l’inoculazione della seconda dose di vaccino, ai cittadini umbri. Dal 30 giugno in poi abbiamo accorciato i tempi per anticipare le somministrazioni ed evitare inconvenienti. L’idea è proprio quella di mettere in sicurezza il più possibile le persone che non l’avevano ricevuta, soprattutto i soggetti più fragili. Ora – afferma Coletto – stiamo andando avanti con la programmazione”.

Organizzazione e indice: “Con la preadesione non abbiamo sconvocato le sedute vaccinali. C’è massima attenzione nei confronti di questa variante Delta. Tuttavia, rispetto alla media nazionale, il nostro indice RT è pari a 1.36 rispetto a 1.50 quindi al di sotto. Non dobbiamo terrorizzare i turisti che arrivano nella nostra regione. Nulla è lasciato al caso. Sono previsti ulteriori controlli per evitare la diffusione della variante. Abbiamo 600 dosi da mettere a disposizione dei visitatori. Riusciremo a soddisfare le esigenze di tutti dando la precedenza agli umbri”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Coletto: “Indice Rt sotto la media nazionale. Massima attenzione ma non dobbiamo terrorizzare i turisti”

TerniToday è in caricamento