menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Francesca ce l’ha fatta: ha sconfitto il Coronavirus. Il sindaco: adesso stiamo vicini a chi è più fragile

La bella notizia che arriva da Narni, De Rebotti: è la prima guarigione in città. Giunta e consiglio comunale della città del Gattamelata devolvono soldi per l’acquisto di mascherine

Tra i dodici guariti in Umbria da Coronavirus c’è anche Francesca (nome di fantasia). A dare questa buona notizia è il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti, che spiega che per la donna – la prima ad uscire dall’emergenza Covid19 nella città del Gattamelata - sono stati registrati due tamponi negativi a distanza di 24 ore uno dall’altro.

“I servizi sanitari – scrive De Rebotti – mi hanno confermato la sua guarigione pur mantenendo precauzionalmente un regime di isolamento domiciliare. Stiamo accanto con il nostro affetto e rispetto agli altri cinque concittadini nel loro percorso di cura, soprattutto a chi è più fragile, cioè la signora Maria” (altro nome di fantasia, ndr).

A Narni è stato infatti rilevato un nuovo caso di contagio da Coronavirus, non correlato ai precedenti. Si tratta, secondo quanto riferito dallo stesso De Rebotti, di un soggetto la cui fonte di contagio sarebbe esterna dal territorio comunale.

Il soggetto è in buone condizioni ed era già posto in isolamento domiciliare volontario. La situazione, specifica De Rebotti, è monitorata continuamente dal sottoscritto in stretta collaborazione con i servizi sanitari.

“Si rinnova – afferma il sindaco - l’invito a tutta la cittadinanza ad osservare scrupolosamente le linee di comportamento emanate dal Governo e dalla Regione, soprattutto riguardo al divieto di spostamento che può avvenire soltanto per comprovate esigenze di lavoro, per necessità indifferibili e per importanti esigenze sanitarie”.

Intanto, il consiglio comunale e la giunta di Narni hanno deciso di devolvere una somma di denaro per l’acquisto di mascherine da consegnare alla popolazione e a tutti i soggetti che operano nell’emergenza Covid19. La decisione, riferiscono il sindaco e il presidente del Consiglio Giovanni Rubini, è stata presa, in collaborazione con i gruppi di minoranza, nel corso dell’ultima seduta in videoconferenza svolta a Palazzo del Podestà ieri, venerdì 27 marzo. Per contribuire all’acquisto di mascherine, il consiglio comunale devolverà i gettoni di presenza del primo semestre 2020, mentre sindaco e assessori devolveranno una cifra volontariamente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento