Coronavirus, quattordici nuovi casi a Narni. La proposta del sindaco per i soggetti guariti: “Invio diretto del referto anche al comune”

Il primo cittadino Francesco De Rebotti: “La situazione appena aggiornata è quindi di 109 casi di positività di cui tre di residenti fuori regione ma domiciliati a Narni”

foto di repertorio

Un sistema rapido, il più possibile, a supporto dei soggetti negativizzati. Il primo cittadino di Narni Francesco De Rebotti ha proposto alla regione dell’Umbria, di attivare un procedimento che possa aiutare a snellire i tempi tecnici: “Comunicare l'avvenuta guarigione attraverso un invio diretto, del referto di negatività al tampone, anche al comune oltre che al cittadino interessato”. Il sindaco ne spiega la motivazione, piuttosto comprensibile: “Le persone hanno anche diritto ad essere messi nelle condizioni di tornare al lavoro, a scuola, ai loro impegni appena verificata la guarigione e non dopo giorni di inutile attesa a casa”.

L’andamento epidemiologico

“Secondo gli ultimi dati ufficiali – afferma De Rebotti - sono risultati positivi al Coronavirus quattordici cittadini narnesi. Contestualmente sette sono risultati guariti ad esito del tampone negativo. La situazione appena aggiornata è quindi di 109 casi di positività di cui tre di residenti fuori regione ma domiciliati a Narni. Risultano inoltre ospedalizzati - dati non comunicati al comune ma gestiti direttamente dai presidi ospedalieri - cinque cittadini narnesi”.

Il sindaco poi aggiunge ulteriori dettagli: “La maggior parte dei nuovi casi continua ad essere legata ai cluster familiari esistenti ed a quelli di nuova formazione. Dal mio approfondimento abbiamo 27 cluster familiari a cui sono riconducibili 60 casi di positività. Invariato il cluster scuola di tredici casi e aumentato di tre quello dell'ambito sanitario che passa da nove a dodici riconducibili a quest'ultimo ambito. Si stanno effettuando un numero considerevole di tamponi, rapportato all'aumento dei casi delle ultime settimane”. La raccomandazione finale: “Ripeto che il miglior vaccino continuiamo ad essere noi. Ed ormai sapete, come lo so io, come somministrarlo quotidianamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Umbria zona gialla: nuove misure in arrivo per allentare le restrizioni

  • Terni sotto shock, è morto l’avvocato Massimo Proietti. Il cordoglio delle istituzioni e l'annuncio dei funerali

  • Apre i battenti “Nena, officina creativa”: “Così la mia vita ricomincia a cinquant’anni”

  • Capodanno all'Ast, i nomi delle "star" che si esibiranno a viale Brin. Attesa per il dpcm e l' "incognita pubblico"

  • Coronavirus, a Terni il "primato" regionale per ricoveri anche in intensiva. I dettagli

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

Torna su
TerniToday è in caricamento