Cronaca

Coronavirus, riaprono gli esercizi di ristorazione al chiuso: “Consumo per un massimo di quattro persone al tavolo”

La precisazione del Ministero della Salute: “Tale limite delle persone permane sia nelle zone gialle che in quelle bianche”

foto di repertorio

Un importante passo in avanti ulteriore, in previsione dei mesi che potrebbero garantire un po’ di respiro alle attività di ristorazione. A partire dalla giornata odierna, martedì 1 giugno, sarà possibile consumare anche nei bar e ristoranti, al chiuso. Tuttavia, come precisato dal Ministero della Salute, il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, a meno che non si tratti di conviventi o nucleo familiare. A tal proposito, richiamando Il Dpcm dello scorso 2 marzo, viene aggiunto che tale limite delle persone al tavolo permane sia nelle zone gialle che in quelle bianche. Al momento la regione dell’Umbria rientra nella prima colorazione di rischio. Tuttavia, a partire dal prossimo 7 giugno, potrebbe essere collocata in zona bianca, dove sono previste ulteriori allentamenti delle restrizioni in auge.

Restano naturalmente tutte le accortezze del caso, sulle quali conformarsi. I gestori dei locali infatti devono fare in modo che non si creino assembramenti fuori dai locali, mantenendo così il distanziamento sociale necessario. L’utilizzo dei Qr code, le stampe su carta plastificata o l’uso di modalità digitali sono le possibili soluzioni per far consultare i menu alla clientela. Una ulteriore raccomandazione è relativa all’accesso preferenziale mediante prenotazione, oltre il mantenimento dell’elenco dei clienti per almeno 14 giorni. Infine l’invito, per quanto possibile, è quello di privilegiare gli spazi esterni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, riaprono gli esercizi di ristorazione al chiuso: “Consumo per un massimo di quattro persone al tavolo”

TerniToday è in caricamento