menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assembramenti, il sindaco chiude le terme e fa anche svuotare le vasche

Lugnano, la decisione di Filiberti dopo numerose segnalazioni dall’area di Ramici. E a Montecastrilli gli uffici comunali restano chiusi fino al 15 giugno

Non c’è solo la movida degli aperitivi, ma anche quella delle terme. Il sindaco di Lugnano, Gianluca Filiberti, ha infatti ricevuto nelle ultime ore numerose segnalazioni di “assembramenti” nell’area esterna alle terme di Ramici. Per questo, con una ordinanza, ne ha disposto la chiusura al pubblico fino al prossimo 31 luglio.

Tali situazioni, secondo il sindaco, non sono rispettose delle misure di distanziamento sociale per il contrasto alla diffusione del Covid19. L’ordinanza sindacale prevede anche la chiusura delle vasche, con svuotamento delle acque, e dell’area circostante per evitare la formazione di assembramenti di gente.

Sempre in materia di emergenza Covid19, il sindaco di Montecastrilli, Fabio Angelucci, ha emesso un’ordinanza che dispone il prosieguo della chiusura degli uffici comunali fino al15 giugno.

Dalla disposizione sono fatti salvi i servizi pubblici essenziali e gli adempimenti urgenti ed improrogabili per i quali l’accesso agli uffici comunali sarà comunque sottoposto a restrizioni e limitazioni. L’accesso in questione sarà possibile solo previo appuntamento telefonico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento