Coronavirus, altra vittima nel ternano: è la sesta in una settimana. Aveva 59 anni

Il primo cittadino di Stroncone Giueppe Malvetani lo annuncia con una nota comparsa sulla propria pagina facebook

“Devo dare, purtroppo, una brutta notizia – scrive Giuseppe Malvetani, sindaco di Stroncone sulla propria pagina facebook - un nostro concittadino, risultato positivo al Covid-19, è venuto a mancare ieri sera in ospedale".

"L’uomo, di 59 anni, uno dei due casi effettivamente presenti sul territorio, inizialmente in isolamento contumaciale in casa, era stato poi ricoverato alcuni giorni fa per un aggravamento del quadro clinico, legato ad una grave patologia pregressa, di cui soffriva da molto tempo, che già lo costringeva a recarsi in ospedale più volte a settimana".

"A nome mio personale e di tutta la comunità Stronconese, porgo le più sentite ed affettuose condoglianze alla moglie, ai figli e ai parenti tutti”. 

Sesta vittima nel ternano

Si tratta della sesta vittima nel ternano nel giro di appena una settimana. Al momento sono deceduti due uomini e quattro donne. Martedì è scomparsa una signora di Orvieto di 86 anni. Mercoledì una ultraottantenne residente a Montecchio. Inoltre, un ottantaseienne di Orvieto ed una donna ternana di 81 anni. Infine ieri una signora di 85 anni residente a Terni. Stamattina l’annuncio di Giuseppe Malvetani: la vittima di oggi è la più giovane tra tutte quelle provocate fino ad oggi dal Coronavirus in Umbria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

Torna su
TerniToday è in caricamento