Cronaca Viale Donato Bramante

Coronavirus, il debutto dell’esercito nella postazione pit stop di Via Bramante: sette unità in più a supporto della comunità

I militari provenienti dalla caserma Gonzaga di Foligno hanno preso servizio dalla mattinata di lunedì 2 novembre

foto via Bramante

Tre operatori sanitari, di cui un medico e due infermieri più quattro militari nel fornire supporto logistico. La postazione pit stop di via Bramante può contare, a partire da lunedì 2 novembre, del prezioso supporto dei militari provenienti dalla caserma Gonzaga di Foligno. Un sostegno scaturito dalla collaborazione tra l’Azienda Usl Umbria 2 e il Centro di selezione e reclutamento dell’esercito per l’effettuazione dei test.

Il contingente ha allestito una ulteriore postazione mobile per fornire le proprie competenze, oltre indirizzare e consigliare coloro i quali richiedono tale prestazione. Il traffico stamattina era piuttosto intenso con le code che si sono protratte fino all’altezza di strada di Cardeto. Nonostante ciò, anche grazie alla presenza dei militari, si è riusciti nell’intento di soddisfare tutte le esigenze riscontrate. Il centro situato in via Bramante esegue circa 300 tamponi al giorno, con modalità ‘drive through”. L'accesso non è diretto ma avviene su prenotazione, dopo esser stati contattati telefonicamente dal personale preposto della Usl Umbria 2 che fornirà le indicazioni utili per l'esecuzione del tampone nasofaringeo.

tamponi via bramante-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il debutto dell’esercito nella postazione pit stop di Via Bramante: sette unità in più a supporto della comunità

TerniToday è in caricamento