Coronavirus, Terni Comune in dissesto. La senatrice Alessandrini sprona il Governo: meno pressing fiscale

La città rischia di avere le mani legate a causa del debito con lo Stato, la senatrice si appella al Governo: non lasciateci soli

"Il governo non lasci soli i Comuni in dissesto finanziario nella lotta contro il Coronavirus". Così la sentarice della Lega Valeria Alessandrini che parla di Terni e sprona il Governo: "Terni, la mia città - dice - è uno di questi e, pur con gli stringenti vincoli economici e finanziari che conseguono da questa situazione, sta cercando di andare incontro alla sua comunità, provata dall'emergenza economica e sanitaria, allegerendo la pressione fiscale per cittadini ed imprese. Non potendo modificare le entrate tributarie in riduzione, sempre a causa del dissesto, si sta comunque cercando di rinviare i pagamenti di tariffe e tributi. Ciononostante, il Comune di Terni rischia di avere le mani legate, a causa della sua condizione economica; senza, dunque, un'inziativa del Governo, che provveda a modifiche normative e a misure straordinarie, il tentativo di garantire i servizi ai cittadini rimanendo in equilibrio finanziario, rischia di essere seriamente compromesso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento