menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Giacomo Sirchia

foto Giacomo Sirchia

Coronavirus, torna a risalire il tasso di incidenza a Terni. Dal 1 marzo 678 nuovi casi ed oltre 260 guariti

Il tasso di nuovi positivi, calcolato nell’ultima settimana ogni centomila abitanti, risale a 195,9 dopo l’ultimo aggiornamento

Diciannove casi di positività al Coronavirus, accertati nella città di Terni. Per la prima volta nel capoluogo si constata un numero di contagi diverso dallo zero a marzo, nell’aggiornamento relativo alla domenica, dove consuetudinariamente vengono processati meno tamponi. Dal 1 marzo ad oggi sono 678 le nuove infezioni riscontrate, a fronte di 263 guarigioni che portano il differenziale di attuali a 407 (otto i decessi di persone risultate positive al tampone ndr). Complessivamente il dato è pari a 722 ossia il più alto di tutta la regione. Numeri lontani dai precedenti mesi dove, l’andamento epidemiologico, era costantemente sotto controllo. A seguito di tale incremento il dato sicuramente maggiormente significativo riguarda il tasso di nuovi positivi, calcolato nell’ultima settimana, ogni centomila abitanti.

Al momento è pari a 195,7 – ovvero 217 positivi settimanali - quindi distante dalla famosa soglia di 250, dove si rischia la zona rossa localizzata. Una risalita, rispetto a quanto emerso nell’aggiornamento del fine settimana, dove si era attestato a 178. Inoltre il numero di contagi domenicali rischia, in ottica di brevissimo periodo, di portare un nuovo picco dell’incidenza di tale indicatore. Proprio una settimana fa aveva raggiunto 223, a fronte di 247 infezioni settimanali. Nel conto dei ricoveri la città di Terni fa emergere un aumento mensile di trentuno degenti presenti in ospedale. Il 1 marzo se ne sommavamo 22, ora sono 53.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento