rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Coronavirus, variante Omicron 2 in Umbria: “Più contagiosa rispetto a quella precedente”. Novità per ospedale e Le Grazie

Le raccomandazioni di Luca Coletto: “Rinnoviamo quindi l’invito a continuare a indossare la mascherina FP2 al chiuso e all’aperto nei luoghi affollati, a lavare spesso le mani e a mantenere sempre le misure di distanziamento”

Cinquantasei tamponi sequenziati e 60% di presenza della variante Omicron 2. È ciò che emerge dal lavoro svolto presso il Laboratorio di microbiologia, dell’azienda ospedaliera di Perugia, su test provenienti dalla Usl1. A tal proposito l’assessore regionale Luca Coletto, dopo aver enunciato tale rilevamento, ha affermato: “Com’era prevedibile tale variante sta sostituendo la precedente Omicron 1. Gli esperti, a partire dalla professoressa Antonella Mencacci, ci spiegano che la nuova variante è più contagiosa, ma i sintomi prodotti sono più o meno equivalenti tra le due. Comunque il vaccino anche nel caso della Omicron 2 fornisce un’efficace protezione”.

Per ciò che concerne l’aumento dei contagi in Umbria l’assessore, dopo aver spiegato che esiste un insieme di cause, ancora una volta ha invitato la popolazione a non abbassare la guardia: “Sicuramente la Omicron 2 non è più pericolosa – ha sottolineato – ma i fattori che concorrono all’aumento dei contagi possono essere molteplici, tra questi c’è sicuramente una maggiore mobilità dei cittadini che, in alcune situazioni, hanno anche allentato le misure di prevenzione del contagio. Rinnoviamo quindi l’invito a continuare a indossare la mascherina FP2 al chiuso e all’aperto nei luoghi affollati, a lavare spesso le mani e a mantenere sempre le misure di distanziamento. Infine, ci tengo a ricordare a coloro che ancora non si sono vaccinati, che la vaccinazione è fondamentale per garantire in sicurezza la ripartenza della socialità”.

In considerazione dell’andamento epidemico e della ridotta necessità di posti letto dedicati al Covid, è stato disposto dal commissario per la gestione dell’emergenza covid in Umbria, di riconvertire ulteriori posti letto di area medica nei DEA di 2°livello, presso l’ospedale Media Valle del Tevere e in una RSA di Terni. A partire da questa sera – lunedì 7 marzo - in progress saranno di riconvertiti i seguenti posti letto di area medica da Covid a non Covid: Azienda Ospedaliera di Perugia, 10 posti letto entro domani 8 marzo; Azienda ospedaliera di Terni, 4 posti letto entro domani 8 marzo; Ospedale Media Valle del Tevere, 12 posti letto entro mercoledì 9 marzo. Infine RSA le Grazie di Terni 12 posti letto entro venerdì 11 marzo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, variante Omicron 2 in Umbria: “Più contagiosa rispetto a quella precedente”. Novità per ospedale e Le Grazie

TerniToday è in caricamento