Covid e crisi, gli operatori del mercato coperto lanciano l'allarme: non ci sono prospettive

Nella struttura di largo Manni sale la preoccupazione, sono rimasti in pochi e adesso gli affari sono calati a picco. Appello alle Istituzioni. Il M5S chiede di aprire il parcheggio accanto al mercato coperto

Prima ci si è messa la crisi, ora anche il Coronavirus. Ne sanno qualcosa anche gli operatori del mercato coperto che adesso iniziano a preoccuparsi seriamente. “Cerchiamo di fare un servizio al massimo della qualità per i clienti – puntualizzano gli operatori – devono sapere che qua da noi si trova solo merce fresca proveniente da zone italiane sicure. Ora facciamo anche le consegne a domicilio gratis, solo così riusciamo a proseguire l’attività”. Dall’entrata in vigore delle ristrettezze dettate dal Coronavirus, spiegano, gli affari mediamente si sono ridotti del 50% e molti temono la chiusura. Ad oggi restano operativi soltanto sei banchi di frutta e verdura, due macellerie e due contadine con banchi saltuari.

“Seguiamo scrupolosamente le regole di sicurezza – precisano - siamo tutti con mascherina e guanti, ma non basta, la gente non viene. Sappiamo che si deve stare a casa, ma ci potrebbero essere delle agevolazioni per non farci andare ‘a picco’ e per questo chiediamo l’aiuto delle Istituzioni”. Il dito è puntato in modo particolare contro il parcheggio a lato del mercato, un piazzale chiuso con una sbarra che si apre solo per gli operatori durante il carico-scarico. Vicino c’è il parcheggio interrato che offre uno sconto del 20 per cento sul ticket per fare acquisti al mercato. Il gestore del piazzale esterno è lo stesso privato che gestisce il park sotterraneo, una società veronese.

“A fine anno – dicono - scadrà la concessione della società con il Comune che dunque adesso ha le mani legate ma – rimarcano – vista l’attuale situazione di emergenza potrebbero venirci incontro aprendo ai clienti il piazzale in modo da poter arrivare direttamente con le auto e caricare gli acquisti, sarebbe un incentivo a nostro favore. Chiediamo al Comune di fare da tramite con la società in questo senso. Lanciamo un appello a non dimenticarci”. Dal canto suo l’assessore al Commercio Stefano Fatale non ha difficoltà a replicare: “In questa fase di emergenza sanitaria il Comune di Terni ha provveduto a rinviare al 30 giugno le scadenze di Tari, Tasi, Imu e stiamo ragionando anche sugli affitti. Per quanto riguarda il parcheggio esterno, il Comune non può fare nulla fino a quando non scade la convenzione, cercheremo comunque di coinvolgere la società privata per organizzare degli eventi quando sarà possibile: senza dubbio a Natale, ma ci auguriamo anche prima”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento