rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Natale col virus, “ridurre gli incontri in case e luoghi chiusi e in particolare con soggetti non vaccinati”

Quarta ondata Covid, l’analisi dei dati e le raccomandazioni della Regione Umbria: distanziamento, mascherina sempre raccomandabile all’aperto e vaccinazione. A Terni prima dose già per 50 bambini

“Nella settimana 6-12 dicembre tutti i distretti, all’infuori di Media Valle del Tevere e Valnerina, superano i 50 casi x 100.000 abitanti mentre 3 distretti (Assisi, Narni-Amelia e Spoleto) superano i 200 casi. Sono 17 i comuni che superano i 200 casi per 100.000 abitanti di cui 5 con più di 5000 abitanti (Amelia, Assisi, Castiglione del Lago, Gualdo Tadino e Spoleto)”.

I numeri dell’analisi del nucleo epidemiologico regionale sull’emergenza Covid testimoniano che l’Umbria si trova nel pieno della quarta ondata del virus: l’incidenza settimanale conferma tassi superiori alla media regionale “tra coloro che hanno un’età compresa fra 3 e 18 anni, con un evidente trend in salita. I tassi – spiega ancora Palazzo Donini – si mantengono inferiori a 50 casi per 100mila abitanti solo tra gli ottantenni e più”.

Numeri che comunque non hanno ancora generato una pressione insostenibile sul sistema ospedaliero che registra comunque un lieve incremento che – al momento – non sembra però destare particolare preoccupazione.

Fatto sta che è necessario tenere alta la guardia. “L’invito ai cittadini è di prestare la massima attenzione all’adozione di tutte le misure di prevenzione, a partire dal distanziamento e dall’indossare la mascherina nei luoghi chiusi e all’aperto dove già obbligatoria. Anche se sarebbe, per precauzione, sempre raccomandabile all’aperto”.

“L’analisi elaborata dal nucleo epidemiologico – sottolinea l’assessore regionale alla sanità, Luca Coletto – evidenzia un trend in salita dei contagi, ma c’è anche un fattore positivo che è quello delle vaccinazioni. A proposito di vaccinazioni, sono aperte le prenotazioni per il mese di gennaio 2022, ma ci teniamo a ricordare che il vaccino è somministrato anche nelle farmacie e dai medici di medicina generale”.

Invito particolare – visto il trend dei contagi – è per la vaccinazione della fascia d’età 3-18 anni. Nella giornata di ieri, prima per la categoria 5-11 anni, le prenotazioni sono state poco meno di mille (952) e solo a Terni sono state somministrate le prime 50 dosi.

“La Regione sta dedicando molta attenzione al tracciamento nelle scuole in modo da individuare tempestivamente i positivi e disporre l’isolamento dei contatti per circoscrivere la diffusione dell’epidemia del virus. Con incidenze più elevate infatti, conta molto il contenimento dei contagi, rispetto alla sorveglianza. La raccomandazione anche durante il periodo delle vacanze – conclude l’assessore Coletto - è di ridurre il più possibile gli incontri nelle case e nei luoghi chiusi con più persone e in particolare con soggetti non ancora vaccinati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale col virus, “ridurre gli incontri in case e luoghi chiusi e in particolare con soggetti non vaccinati”

TerniToday è in caricamento