Cronaca

Crollo al convento di Colle dell’oro: i due giovani in ospedale, il nodo alienazione

Trenta giorni di prognosi per i ragazzi rimasti coinvolti nel cedimento del solaio. Intanto Michele Rossi (Terni civica) presenta un atto sul prezzo dell’immobile

Ne avranno almeno per trenta giorni i due ragazzi rimasti coinvolti nel crollo del solaio dell’ex convento di Colle dell’Oro, mercoledì sera. I due sono stati subito trasportati all’ospedale Santa Maria di Terni e giovedì ricoverati nel reparto di Medicina d’Urgenza. Intanto, dopo il crollo, non mancano le polemiche politiche sulla gestione del sito comunale, di proprietà comunale e inserito nel piano delle alienazioni. 

“Visto che ormai possiamo solo sperare nell'acquisto di un privato - spiega Michele Rossi di Terni Civica in una nota - e magari in qualche possibile utilizzo pubblico, sono ancora a reiterare una mia richiesta fatta nel 2018. Come è possibile che il prezzo di vendita del bene sia fermo, in base ad una stima addirittura del 2011, alla irreale ed impossibile cifra di un milione e 742 mila euro? Alla luce dei vari crolli, compreso l'ultimo di ieri fortunatamente senza peggiori conseguenze, credo sia ora, dopo 10 anni dall'ultima stima, di aggiornare correttamente allo stato attuale in cui si trova il bene, il valore di questo immobile e renderlo così realmente appetibile a qualche interesse privato. Il privato potrebbe beneficiare dei bonus governativi attualmente esistenti. Ho appena depositato un atto volto a chiedere questo”.

Sulla vicenda interviene anche il Centro Studi Malfatti. “Da anni denunciamo lo stato di abbandono dell'immobile. Da notare che se anche all'area è vietato l'accesso, lo stato di abbandono e una non opportuna chiusura dell'area ha permesso l'entrata dei ragazzi. La nostra ultima proposta era stata quella di dare in uso l'area al patron della Ternana Bandecchi per realizzare lì la clinica”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo al convento di Colle dell’oro: i due giovani in ospedale, il nodo alienazione

TerniToday è in caricamento