rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Centro

Droga nascosta nei trolley: 46enne condannato a 22 anni e sei mesi

Sentenza ai danni di quello che la procura ritiene il vertice della banda, arrestato insieme ad altri nove nell’ambito dell’operazione antidroga Alì Park

Ventidue anni e sei mesi di reclusione per il 46enne pakistano ritenuto il capo della banda che gestiva un giro di spaccio su Terni. Questa la decisione presa dal collegio dei giudici del tribunale di Terni nell’ambito dell’udienza per il processo incardinato dopo l’operazione antidroga denominata Alì Park, che a settembre dello scorso anno ha portato all’arresto di dieci persone per mano degli agenti della squadra mobile della questura di Terni, dei militari della Sezione Gruppo Operativo Antidroga del Nucleo Pef, in costante contatto con la Direzione Centrale Servizi Antidroga. 

Mentre gli altri nove hanno scelto il rito abbreviato, il 46enne aveva scelto di procedere con il rito ordinario e nel pomeriggio di giovedì è arrivata la sentenza: i giudici hanno stabilito una pena di 22 anni e sei mesi di reclusione per quattro capi di imputazione inerenti lo spaccio, mentre per altri tre è arrivata l’assoluzione. Il pubblico ministero aveva chiesto 21 anni. Secondo gli inquirenti l’imputato è da ritenersi il capo dell’associazione che gestiva la droga: l’eroina, che veniva poi spacciata su Terni, secondo quanto ricostruito viaggiava nei doppi fondi dei trolley attraverso un processo di plastificazione della sostanza, dal Pakistan, via Trieste per arrivare proprio a Terni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nascosta nei trolley: 46enne condannato a 22 anni e sei mesi

TerniToday è in caricamento