Cronaca Giove

Emergenza Coronavirus, l’isolamento di Giove e la solidarietà dagli altri comuni del ternano

Firmata l’ordinanza dalla presidente della regione Donatella Tesei: l’intento è quello di contenere la diffusione del contagio da Coronavirus

“La situazione al momento è stazionaria”. Lo annuncia Alvaro Parca, sindaco di Giove, pubblicando il consueto bollettino riguardante il proprio comune. Sono ventinove i soggetti risultati positivi al Coronavirus, di questi diciassette presentano sintomi lievi, nove risultano asintomatici mentre quattro ricoverati presso strutture ospedaliere. Tuttavia si attende l’esito dei complessivi 65 tamponi effettuati per avere un quadro maggiormente delineato della situazione. Quaranta persone sono in isolamento mentre per 48 è concluso.

La zona rossa a Giove

Nel corso della giornata di ieri la presidente Tesei ha firmato l’ordinanza con la quale si dichiara il municipio ‘zona rossa’ specificandone una serie di limitazioni. Tra queste il divieto di allontanamento di tutte le persone presenti all’interno del perimetro comunale per un periodo di 14 giorni. Il contestuale divieto di accesso fatto salvo per coloro che, nel momento in cui è stata firmata l’ordinanza, si trovavano fuori dal comune e sono chiamati a rientrare nel domicilio. La sospensione delle attività dei pubblici uffici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali di pubblica utilità come di quelle lavorative per i residenti eccezion fatta di quelle indicate all’interno del documento. Il passaggio in ingresso ed uscita garantito al personale militare, protezione civile, forze dell’ordine, vigili del fuoco, personale medico e sanitario, farmacisti e veterinari. Le restrizioni hanno funzionato a Pozzo di Gualdo Cattaneo, dove è terminato il periodo di isolamento: "Dopo un provvedimento di chiusura e il monitoraggio stretto e le cure da parte dell'Usl la situazione è decisamente migliorata".

La solidarietà dagli altri comuni

Vicinanza e solidarietà è stata espressa pubblicamente da Giovanni Ciardo (Alviano); Francesco De Rebotti (Narni) e Damiano Bernardini (Baschi). I sindaci hanno infatti pubblicato un post a testa, sui loro profili, abbracciando virtualmente tutta la comunità. Nel corso della mattinata si è unito anche Gianluca Filiberti di Lugnano in Teverina in un video messaggio informativo dedicato ai cittadini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus, l’isolamento di Giove e la solidarietà dagli altri comuni del ternano

TerniToday è in caricamento