Coronavirus, le proposte della minoranza ternana: “Sospendere Tosap, rette scuola. Posticipare Tari e Imu”

La nota dei capigruppo Alessandro Gentiletti (Senso Civico), Federico Pasculli (Movimento Cinque Stelle), Francesco Filipponi (Partito Democratico) e Paolo Angeletti (Terni Immagina)

foto di repertorio

Una serie di proposte da mettere in campo per fronteggiare l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. I capigruppo della minoranza Alessandro Gentiletti (Senso Civico), Federico Pasculli (Movimento Cinque Stelle), Francesco Filipponi (Partito Democratico) e Paolo Angeletti (Terni Immagina) propongono all’amministrazione comunale una serie di misure volte ad apportare dei benefici ai cittadini, in questa fase davvero complessa.

“L'emergenza in corso ci impone un serio ragionamento sulle azioni da mettere in campo, anche a livello locale e, soprattutto, ci obbliga ad una seria posizione di collaborazione nei confronti del comune di Terni. È per questo – affermano i capigruppo - che ci sentiamo di proporre all'amministrazione in questa fase di difficoltà per i cittadini di Terni, delle scelte di carattere economico nella salvaguardia degli equilibri di bilancio.

Le proposte della minoranza:

- sospensione del pagamento delle rette dei nidi comunali per il periodo di durata dell'emergenza in cui non si usufruirà del servizio oltre ai rimborsi come già previsto per chi ne avesse diritto;

- sospensione del pagamento del servizio di refezione scolastica, per i periodi in cui il servizio non sarà usufruito dai bambini oltre ad eventuali erogazioni di rimborsi;

- posticipo scadenza della prima rata Tari al 30 settembre, in questo caso si sposterebbe anche la seconda rata al 31 dicembre;

- verifica sulla imponibilità della tari per tutti gli esercizi privati (comprese le sedi associative) rimasti chiusi nel periodo emergenziale, i quali non hanno fruito del servizio, nel rispetto del regolamento comunale o previa modifica dello stesso se necessario;

- sospensione dei versamenti Tosap durante il periodo dell'emergenza;

- sospensione dei versamenti relativi all'imposta sulla pubblicità durante l'emergenza;

- posticipo scadenza Imu di competenza comunale oltre il 30 giugno.

Tali proposte – chiosano - porterebbero dei benefici ai cittadini. Siamo ovviamente disponibili ad affrontare il lavoro e a prenderci la nostra parte di responsabilità proponendo anche la suddivisione del lavoro per categorie diverse". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento