menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Coronavirus, l’ordinanza di Leonardo Latini: “Obbligatorio l'uso mascherine o sistemi di protezione alla bocca”

Il primo cittadino di Terni: “Non vanifichiamo gli sforzi fatti fin qui. Chiedo ai cittadini di adottare per primi ogni cautela per se stessi e gli altri"

Una nuova ordinanza, firmata da Leonardo Latini sindaco di Terni, in questa fase di emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Il primo cittadino dispone che, con decorrenza immediata e fino al giorno 13 aprile 2020, l’accesso negli orari di apertura a esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, istituti di credito e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’ingresso generalizzato di persone, nonché sui mezzi di trasporto pubblici, avvenga indossando obbligatoriamente mascherine. Qualora non sia stato possibile reperirle, altri sistemi di protezione della bocca e del naso quali sciarpe, foulard e simili, nonchè guanti monouso, qualora non sia possibile effettuare all’ingresso una puntuale disinfezione delle mani, in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente, adottando, inoltre, tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere se stessi e gli altri dal contagio, come l’osservanza la distanza minima di sicurezza.

Leonardo Latini: "Siamo nel momento dello sforzo massimo per cercare di contenere l'epidemia"

“Si tratta - afferma il sindaco Leonardo Latini - di una misura ulteriore che, come molti altri comuni, riteniamo particolarmente importante in questa fase in cui l'epidemia continua a causare nuovi contagi. Chiedo perciò a tutti i cittadini di adottare essi stessi per primi ogni cautela per la propria e l'altrui salute. Siamo nel momento dello sforzo massimo per cercare di contenere l'epidemia e per sostenere la tenuta del nostro sistema sanitario, soprattutto nel rispetto di coloro che all'interno di esso sono impegnati ad assistere e curare gli ammalati. Per questi motivi - conclude il sindaco - e per non vanificare tutti i sacrifici fin qui fatti, occorre rispettare le regole”.

Alessandro Gentiletti post ordinanza

Il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti, dopo l’ordinanza adottata dal sindaco, dichiara: “Invece che rispondere alle nostre domande su AST e alle proposte da mettere subito in campo per il rilancio dell'economia cittadina, il sindaco emana oggi una ordinanza che impone, tra l'altro, l'uso di mascherine in tutti i luoghi comuni chiusi o, in alternativa, di sciarpe, foulard o simili per coprire naso e bocca, qualora non siano reperibili le prime.

Mi sento in imbarazzo anche a replicare e a scomodare l'organizzazione mondiale della sanità, che ci ha ricordato proprio oggi come l'utilizzo diffuso delle mascherine in una comunità non sia supportato da prove e evidenze scientifiche e quali rischi comporti, tra cui un falso senso di sicurezza. Ci ha ricordato che queste dovrebbero essere riservate agli operatori sanitari. Sulle sciarpe e i foulard attendiamo il parere della comunità scientifica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento