Coronavirus, il panificio ternano a supporto delle famiglie in difficoltà: “Un’idea nata con il cuore”

L’iniziativa ideata dal panificio Belli per aiutare le persone in difficoltà: “Stavamo studiando cosa fare per poterci mettere a disposizione in questa fase di emergenza”

foto di repertorio

“Se sei preoccupato per te o per i tuoi bambini, hai difficoltà per quanto riguarda colazione, pranzo e cena. Sentiti libero di contattarmi senza paura, colpa o vergogna. Faremo il possibile per aiutarti, magari con un filone di pane. Faremo del nostro meglio”. Un post su facebook semplice quanto efficace e diretto. Alle 9,18 di domenica 28 marzo è stato lanciato dalla pagina del panificio Belli in soccorso di chi sta facendo i conti non solo con l’emergenza sanitaria. L’iniziativa si è rapidamente diffusa sui social, tra condivisioni e like, provocando consensi diffusi tra gli utenti. “Non sentirti in imbarazzo, non sarai giudicato. Tutti prima o poi abbiamo bisogno di aiuto in questa vita. Chi è più fortunato deve aiutare chi lo è meno.
Piuttosto che fomentare rivoluzioni o sciacallaggio – è scritto all’interno - piuttosto che condividere o mettere like su video di gente che minaccia di assaltare gli alimentari o di fare la guerra in strada, aiutiamoci fra noi, puntiamo tutto sull'altruismo”.

Un’idea nata con il cuore

Un’iniziativa nata con il cuore da un’idea di mio fratello, anche a seguito della scomparsa di un nostro caro – affermano dal panificio - Stavamo studiando cosa fare per cercare di poterci mettere a disposizione, nel nostro piccolo, in questa fase di emergenza. L’intento è quello di aiutare le persone in difficoltà. Ci sono uomini e donne che si trovano - in questo momento - senza reddito ed era giusto fare qualcosa per sostenerli. Non è stata concepita per secondi fini, a scopi pubblicitari od altro. Alla fine ci è esplosa sotto le mani ed è bellissimo vedere la partecipazione di tanta gente. Capita spesso, come accade a Napoli ad esempio, che molti clienti lasciano in sospeso il pane. Fa davvero piacere. Siamo in contatto anche con le parrocchie di Borgo Rivo e Gabelletta per aiutare le famiglie in difficoltà”. Dal panificio poi rimarcano: “Vogliamo sottolineare che questa nostra iniziativa non ha alcun fine, se non quello di poter contribuire ad aiutare chi ne ha bisogno". Un ulteriore motivo che ci rende orgogliosi di essere ternani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento