Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, a Terni l’incidenza più bassa dell’Umbria. “Astrazeneca ai ragazzini? Più rischi che benefici”

Il punto sull’emergenza sanitaria: somministrate quasi 600mila dosi di vaccino sul territorio regionale. Da mercoledì prossimo via alle vaccinazioni all’Ast

“Siamo partiti con armi spuntate ma abbiamo messo insieme un esercito che ha saputo combattere e difendere l’Umbria. La Regione dell'Umbria non è seconda a nessuno per quanto riguarda la sanità”.

È l’assessore regionale alla salute, Luca Coletto, ad aprire il consueto punto stampa settimanale sull’emergenza Coronavirus in Umbria. L’appuntamento serve per fotografare lo stato della diffusione del virus e, soprattutto, inquadrare il percorso della campagna vaccinale.

Se infatti ormai l’incidenza del virus sembra continuare a seguire una forte curva in discesa (a Terni si rileva l’incidenza più bassa dell’Umbria, pari a 6,91 casi ogni centomila abitanti a fronte di una media regionale di 16,20) a tenere banco è la recente polemica legata alla vaccinazione di due ragazzi nel Lazio, sollevata nelle ultime ore - tra gli altri – dal Partito democratico.

“Sono intervenuti tecnici, medici e biologi – spiega Coletto - dicendo che queste vaccinazioni ai giovani con Astrazeneca sono sconsigliate”. All’assessore fa eco Marco Cristofori, epidemiologo della Usl Umbria 2: “La curva epidemica continua a scendere, siamo a livelli di incidenza molto bassi e l’Umbria scende più forte della media nazionale. Con una situazione epidemica di questo tipo, che senso ha rischiare di vaccinare i ragazzini con Astrazeneca o J&J? Si vaccinano fuori, ma male”.

La campagna vaccinale dice dunque che in Umbria le dosi somministrate sono state 594.422 dosi: il ciclo completo interessa 187.241 soggetti, mentre i vaccinati con prima dose sono 422.065. Le dosi consegnate sono 657.445. Tra i distretti più efficaci risulta quello di Orvieto con una percentuale di vaccinati (con ciclo completo) pari a 25,6% mentre il distretto di Terni fa evidenziare i numeri più bassi dell'Umbria visto che solo il 22,06 risulta aver completato il ciclo vaccinale.

Per quanto riguarda la vaccinazione nelle aziende, la prima ad iniziare sarà l’Ast di Terni già da mercoledì prossimo mentre nelle farmacie della regione da lunedì della prossima settimana sarà possibile vaccinarsi – per gli over 70 – con farmaco J&J.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, a Terni l’incidenza più bassa dell’Umbria. “Astrazeneca ai ragazzini? Più rischi che benefici”

TerniToday è in caricamento