Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Vaccini Coronavirus, il “piano” Figliuolo: da giugno apertura a tutte le categorie

Il commissario nazionale per l’emergenza Covid in visita in Umbria: partiti in ritardo come altre regioni, ma poi è stato preso il via e sta vincendo la sua maratona. Tesei: ottimo rapporto con tutta la struttura commissariale

“I numeri sono importanti se di qualità, la priorità sono i fragili. Per gli over 80 e gli over 70 c’è stata grande copertura e l’Umbria ha ottimi dati come sui fragili. Dobbiamo crescere sulle altre categorie, ma era fondamentale mettere prima in sicurezza i soggetti più a rischio. Da giugno arriverà una lettera che autorizzerà le Regioni ad aprire a tutte le categorie e a utilizzare tutti i punti vaccinali. Le dosi totali saranno 20 milioni, quindi va rispettato un piano”.

Visita in Umbria del commissario nazionale per l’emergenza Covid, generale Paolo Francesco Figliuolo che, assieme al capo della protezione civile, Fabrizio Curcio, ha incontrato a Palazzo Donini la presidente Donatella Tesei per analizzare l’andamento dell’emergenza Coronavirus a livello regionale, prima di visitare il centro vaccinale allestito al polo fieristico di Bastia Umbra.

“Come altre regioni – ha detto Figliuolo - l’Umbria è partita lentamente anche perché il piano era poco chiaro. Come un maratoneta però ha poi preso il via e alla fine sta vincendo la sua maratona”.

“L’Umbria si è ritrovata al centro delle ultime emergenze, quindi è una terra dove c’è un forte legame con la protezione civile. Qui c’è un conglomerato di rete che consente di garantire i numeri che stiamo vedendo nella campagna vaccinale. È giusto dare attenzione particolare all’area del cratere sismico. Speriamo che presto questo torni a essere un centro fieristico: vorrà dire che saremo riusciti a trovare una nuova normalità”, sono state le parole di Curcio.

Infine, la presidente Tesei ha ringraziato Figliuolo e Curcio definendoli “fondamentali in questa battaglia”. “Con loro – ha aggiunto la governatrice - abbiamo un filo diretto importante e si è da subito consolidato un ottimo rapporto con tutta la struttura commissariale. Un grazie in particolare alla protezione civile a cui abbiamo destinato più risorse rispetto al passato perché ne riconosciamo il valore dell’operato e la centralità nel gestire queste emergenze difficili e drammatiche”. 

Dopo Bastia Umbra, la delegazione sarà poi all’ospedale di Perugia per l’inaugurazione del Modular hospital e al punto vaccinale di Solomeo, a Corciano.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini Coronavirus, il “piano” Figliuolo: da giugno apertura a tutte le categorie

TerniToday è in caricamento