Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Giove

Emergenza Coronavirus, zona rossa a Giove: tamponi a tappeto. Ecco le priorità

Il primo cittadino Alvaro Parca: “Prioritariamente i test vengono prelevati alle persone che sono state in qualche modo in contatto con casi già riscontrati positivi”

Un solo nuovo caso a Giove, unico comune attualmente ‘zona rossa’ di tutta l’Umbria. Il sindaco Alvaro Parca, nel consueto bilancio di fine giornata, ha aggiornato la comunità sull’evoluzione del virus. Alla tarda serata di ieri si computavano trentatré casi di contagio, trentasei persone in isolamento mentre per sessantatré il periodo è stato dichiarato concluso, dopo non aver presentato alcun sintomo. Delle persone che hanno contratto il Covid19 ce ne sono diciassette che presentano sintomi lievi, undici risultano asintomatiche e cinque ricoverate presso strutture ospedaliere. La notizia positiva riguarda il numero di casi evidenziati negli ultimi cinque giorni: appena quattro dopo il passaggio da venti e ventotto tra il 7 ed 8 aprile

Le priorità sui test

Il primo cittadino Alvaro Parca ha informato i concittadini su come vengono effettuati i test: “Prioritariamente i tamponi vengono prelevati alle persone che sono state in qualche modo in contatto con casi già riscontrati positivi, proseguendo con le persone che espletano servizi di pubblica utilità (Protezione Civile, Polizia municipale, dipendenti e consiglieri comunali, ecc.) poi con chi è a contatto con il pubblico (come ad esempio commercianti). Alla giornata di ieri - ha concluso Parca - sono stati prelevati circa 200 tamponi e l'ASL proseguirà ancora per qualche giorno, fino a quando riterrà di aver raggiunto un numero significativo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Coronavirus, zona rossa a Giove: tamponi a tappeto. Ecco le priorità

TerniToday è in caricamento