Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Via Mario Rapisardi

Il virus non ferma gli “assassini”, scovati altri bocconi avvelenati lungo le vie di Terni

La denuncia di Enpa: “Qualche balordo gira liberamente cercando di seminare dolore come se non fosse sufficiente quello che stiamo vivendo”

“È successo ancora”. ENpa Terni denuncia l’ennesimo ritrovamento di un boccone avvelenato. “In questi giorni dove gli spostamenti delle persone civili sono limitati – spiega l’associazione ambientalista in un post pubblicato sulla sua pagina facebook - qualche balordo gira liberamente cercando di seminare dolore come se non fosse sufficiente quello che stiamo vivendo”.

La zona “rossa” è in questo caso quella di via Rapisardi, nei pressi dello stadio Libero Liberati.

L’episodio a cui Enpa fa riferimento, stavolta non si è fortunatamente concluso con la morte dell’animale. “Questa volta – racconta Enpa - la prontezza del proprietario del cane che gira portandosi dietro il sale ha avuto la meglio: ha fatto vomitare il cane e lo ha salvato. Purtroppo non va sempre così”.

E infine un appello-invito: “Guardate bene: noi non abbiamo rinvenuto altro, ma mantenete desta l’attenzione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il virus non ferma gli “assassini”, scovati altri bocconi avvelenati lungo le vie di Terni

TerniToday è in caricamento