Zero casi di contagio, anche la ex zona rossa di Giove adesso è Covid free

“Due mesi molto difficili”, il sindaco Alvaro Parca ha revocato l’ultima ordinanza di isolamento: ecco l’evoluzione del quadro sanitario nel comune dell’Amerino

Dai primi isolamenti del 24 marzo all’ultima ordinanza emessa ieri, 23 maggio, per Giove sono stati “due mesi molto difficili”. Così il sindaco del comune dell’Amerino, Alvaro Parca, diffonde la notizia che tutta la comunità aspettava: anche l’ex zona rossa è Covid free. “A Giove quindi – scrive il primo cittadino - non esistono più, ad oggi, casi positivi al Covid 19”.

Sessanta giorni complicati, passati per l’istituzione della zona rossa e l’isolamento a causa dell’alto numero di contagi da Coronavirus (35 il picco massimo di positivi, registrati il 23 aprile) e la polemica dei “giovesi sgraditi” andata in scena tra Giove, appunto, Attigliano ed Amelia.

giove-8

Ad inizio aprile l’’ordinanza di isolamento emessa dalla Regione e poi, dopo venti giorni, la riapertura dei confini. Ora l’incubo sembra essersi concluso, anche se restano le ferite che seguono l’emergenza sanitaria. Il sindaco Parca ha più volte sollecitato l’invio di aiuti alimentari per sostenere la popolazione che, fino ad ora, ha potuto contare sui fondi messi a disposizione dal Governo per i buoni spesa, un piccolo contributo del Comune e lo sforzo della parrocchia, oltre alla solidarietà di tanti cittadini che hanno voluto dare una mano.   

“È compito di tutti noi – conclude il sindaco - adottare i comportamenti responsabili necessari ad evitare il ritorno dei contagi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento