Cronaca Orvieto

Fa il pieno col bancomat di un’altra persona: rintracciata, scoperta e denunciata

Nei guai una donna del comprensorio orvietano che stata individuata dopo un’indagine della polizia stradale. La tessera era smarrita da una signora

Torna a casa dopo una giornata di spese e sul tuo telefono cellulare continuano ad arrivare le notifiche relative all’utilizzo della tessera bancomat. All’inizio non ci fa caso, pensando che si trattasse di avvisi relativi alla mattinata. Ma dopo un po’ decide di verificare la situazione.

Protagonista della vicenda è una donna di Orvieto che, dopo avere controllato borsa e portafoglio, scopre di non avere più con sé il suo bancomat, immaginando di averlo perduto risalendo in macchina dopo l’ultimo acquisto.

Decide così di presentare denuncia agli agenti della polizia stradale di Orvieto, mostrando loro le notifiche, tutte relative ad acquisti inferiori a 25 euro, per cui non è necessario inserire il codice pin.

Gli agenti avviano così le indagini per tentare di risalire alla persona che si era impossessata illecitamente del titolo e attraverso le analisi dei tabulati bancari, accertano la presenza di tre operazioni bancomat, tutte di poco inferiori a 25 euro, eseguite presso stazioni di rifornimento carburante nel territorio orvietano.

Il passo successivo è quello di raccogliere testimonianze e acquisire registrazioni video per poi incrociare orari e dati raccolti che consentono così di identificare una donna, incensurata e residente nel comprensorio orvietano, quale responsabile degli illeciti prelievi.

Vistasi ormai scoperta, la donna decide di riconsegnare spontaneamente agli agenti il bancomat rinvenuto e spiega la sua azione delittuosa come un colpo di testa, che le costa una denuncia alla procura della Repubblica di Terni per furto e indebito utilizzo di carta di debito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa il pieno col bancomat di un’altra persona: rintracciata, scoperta e denunciata

TerniToday è in caricamento