rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Narni

Tamponi fra ritardi e attese interminabili, appello del sindaco di Narni: serve più personale

Francesco De Rebotti chiama in causa la Regione Umbria: “Grazie agli operatori che stanno facendo i salti mortali per garantire un servizio essenziale, ma non si può continuare ad agire con un organico così limitato”

Il problema non sono soltanto i vaccini. Dopo i disagi che si sono verificati in modo particolare all’hub vaccinale di Terni domenica scorsa, la lente dei disagi si focalizza oggi sulla “questione” tamponi.

A sollevare il problema è il sindaco di Narni, Francesco De Rebotti che in un post su facebook spiega come “per l’ennesima volta, questa mattina (7 dicembre, ndr) al punto di effettuazione tamponi di Narni scalo stiamo registrando ritardi e attese interminabili per i tamponi, numerosi in questo periodo”.

“Riconoscendo e ringraziando gli operatori della Usl che stanno fecondo i salti mortali per garantire un servizio essenziale – rileva De Rebotti - non si può continuare ad agire con un organico così limitato, con un’unica equipe di tamponatura che svolge il proprio servizio spostandosi tra Narni e Amelia. Non si possono condannare all’indeterminatezza decine e decine di cittadini, creare ormai quotidianamente problemi alle viabilità ed alle strutture economiche. Serve rafforzare il servizio con più personale e con maggiore apertura”.

Il primo cittadino di Narni spiega di essere “sempre stato impegnato nel cercare di supportare Regione ed Usl al massimo delle nostre possibilità per facilitare la vita ai cittadini, ma in questo momento risulta complicato anche continuare a farlo in assenza di risposte strutturali a quella che continua ad essere un’emergenza sanitaria che andrebbe confinata a ciò e non interessare anche la vita quotidiana delle persone”.

“A ciò si somma la necessità di una comunicazione più chiara ed affidabile sulla procedura delle vaccinazioni dove persiste disorientamento anche in vista del vaccino day di domenica prossima su cui si richiede chiarezza sugli aventi diritto e con o senza appuntamento”.

“È ora di rimettere nei giusti binari i servizi essenziali dedicati alla fase pandemica – conclude De Rebotti - e per questo faccio appello alle massime autorità regionali, affinché anche nel nostro territorio si possa procedere in maniera efficace”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tamponi fra ritardi e attese interminabili, appello del sindaco di Narni: serve più personale

TerniToday è in caricamento