Flaminia, cominciano i lavori sul viadotto: cantiere concluso entro Natale

Gli interventi di Anas con più squadre per ridurre i tempi e riaprire la strada al traffico nel più breve tempo possibile. Sarà poi previsto un intervento di risanamento complessivo sul resto della struttura

Sulla strada statale 3 Flaminia sono in corso i lavori di ripristino in corrispondenza del viadotto lungo la tratta Spoleto-Terni (al km 114,800) attualmente chiusa in entrambe le direzioni tra Strettura e il valico della Somma.

Nei giorni scorsi Anas ha ultimato i rilievi sul campo, le attività di progettazione dell’intervento e l’approvvigionamento dei materiali. Sono in corso le operazioni di cantiere che proseguiranno senza interruzioni anche nel fine settimana. I lavori sono eseguiti da più squadre in contemporanea al fine di ridurre al minimo i tempi di completamento e riaprire al traffico la strada nel più breve tempo possibile.

L’intervento di prima fase prevede il ripristino degli elementi individuati, oltre al ripristino e consolidamento del calcestruzzo armato su alcuni dei piloni. Il completamento di questa fase, che consentirà la riapertura al traffico, è previsto entro Natale, compatibilmente con le condizioni meteo.

Successivamente sarà progettato ed eseguito un intervento di risanamento complessivo sul resto della struttura.

La chiusura era stata disposta nella serata di giovedì 28 novembre in seguito a una verifica tecnica programmata, nell’ambito della quale i tecnici Anas avevano rilevato la necessità di un intervento di ripristino strutturale su alcuni elementi delle pile.

LE DEVIAZIONI

Il traffico leggero (fino a 3,5 tonnellate) è deviato, con indicazioni sul posto, sul vecchio tracciato adiacente per circa 5 km tra Strettura e il valico della Somma. Chi proviene da Terni/SS675 dovrà uscire a Terni Est e rientrare sulla Flaminia attraverso l’abitato di San Carlo.

Il traffico pesante è deviato sulla strada statale 209 “Valnerina”. Nel dettaglio, per i mezzi pesanti provenienti da Orte/Terni e diretti a Spoleto/Foligno l’uscita obbligatoria è allo svincolo “Terni Est” della SS 675 “Umbro Laziale”. Il percorso alternativo prevede quindi di proseguire sulla SS79bis (Terni-Rieti) fino allo svincolo “Valnerina”, procedere sulla Valnerina in direzione nord (Ferentillo/Scheggino) fino a Sant’Anatolia di Narco, proseguire sulla SS685 “delle Tre Valli Umbre” in direzione Spoleto, per poi immettersi nuovamente sulla Flaminia in corrispondenza dello svincolo di Eggi.

Il traffico pesante proveniente da Spoleto/Foligno e diretto a Terni/Orte dovrà seguire il percorso inverso: uscita dalla SS3 “Flaminia” allo svincolo di Eggi in direzione Norcia (SS685), uscita a Sant’Anatolia di Narco in direzione Terni (SS209), immissione sulla SS79bis in direzione Perugia/A1 Roma-Firenze e immissione sulla SS675 in direzione Orte/Roma.

In alternativa, il traffico pesante di lunga percorrenza può utilizzare la E45 tra Terni e Perugia e la strada statale 75 “Centrale Umbra” tra Perugia e Foligno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento