rotate-mobile
Cronaca

Fugge dalla comunità e buca le gomme dell’auto dell’operatore “spia”: ragazzino in manette

Il sedicenne era ospite dallo scorso dicembre in una struttura di Terni, ma ora per lui si sono aperte le porte dell’istituto penale per minorenni di Roma

L’ultimo episodio è quello che gli ha aperto le porte dell’istituto penale per minorenni di Roma. A finire nei guai è un ragazzino di 16 anni, collocato dal tribunale per i minorenni di Firenze in una comunità della provincia di Terni dall’inizio dello scorso dicembre.

Decisione che però il sedicenne ha cercato di contrastare fin da subito e in ogni modo, cercando di allontanarsi dalla struttura eludendo la vigilanza degli educatori. Puntualmente, ogni volta è stato rintracciato dalle forze dell’ordine in città e riaccompagnato in struttura fino a quando non ha deciso di bucare le gomme dell’auto di uno degli operatori, ritenuto la “spia” che gli impediva ogni volta di fuggire.

“Proprio la denuncia per danneggiamento alla procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Perugia e la segnalazione al tribunale minorile di Firenze – spiega una nota diffusa dai carabinieri - hanno portato all’emissione di un’ordinanza di aggravamento della misura emessa dall’autorità giudiziaria fiorentina: per il 16enne si sono così aperte le porte dell’Ipm di Roma”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge dalla comunità e buca le gomme dell’auto dell’operatore “spia”: ragazzino in manette

TerniToday è in caricamento