menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'auto della polizia

Un'auto della polizia

Alcol e cocaina in corpo, scappa a folle velocità per le vie del centro: inseguito e arrestato

Cerca di sfuggire ai controlli e colpisce l’auto della polizia: preso. Ubriachi alla guida, tre patenti ritirate

Scene da romanzo criminale: inseguimenti, sirene spiegate, semafori rossi “bruciati”. E infine, le manette che scattano nel parapiglia di una notte più che agitata.

È successo tutto intorno alle 4 di domenica mattina, quando un’auto della polizia – nell’ambito dei controlli disposti dalla questura per contrastare la guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti – ha intercettato in via Carrara una Audi A3 di colore scuro che viaggiava con tutte le luci spente. Gli agenti si sono messi all’inseguimento della vettura ma il conducente, viste le sirene, anziché fermarsi ha pigiato sull’acceleratore, attraversando due incroci in barba ai semafori rossi. Anche la stradale ha accelerato il passo, accostando l’Audi sulla sinistra e mostrando la paletta rossa. Il conducente della vettura in fuga ha però insistito fino all’incrocio tra via Breda e strada della Romita, dove è stato bloccato in uno slargo. Nonostante la vettura della polizia gli sbarrasse la strada, ha lo stesso tentato di fuggire ancora, inserendo la retromarcia e urtando l’auto di servizio.

A questo punto gli agenti sono scesi, hanno bloccato conducente e passeggero – entrambi tunisini con diversi precedenti penali - e chiesto l’intervento di un’altra pattuglia della stradale e il supporto di un equipaggio dei carabinieri. Il conducente dell’Audi è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, guida in stato di alterazione psicofisica, guida senza patente e violazione del divieto di dimora a Terni. Il passeggero è stato denunciato per concorso in resistenza a pubblico ufficiale e falsa attestazione sulla propria identità. L’arrestato - risultato positivo alla presenza di alcol e cocaina - è stato poi processato per direttissima questa mattina: resterà in carcere fino al 14 settembre, quando verrà celebrato il processo.

Nel corso del fine settimana, anche col supporto del medico della polizia Francesco Lombardo, in servizio presso la questura di Perugia, sono stati effettuati numerosi controlli e ritirate tre patenti di guida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento