Fumo rosso sopra le acciaierie, ecco il video che fa il giro del web

Le immagini riprendono una colonna bianca e rossiccia sopra viale Brin. Sdegno social, centinaia di commenti e condivisioni. Interviene l'Arpa

Una colonna di fumo bianco e rossiccio sopra gli stabilimenti di viale Brin. Centinaia di commenti, migliaia di visualizzazioni per il video che sta facendo il giro del web.

Il post originario è stato pubblicato sul profilo facebook di Mauro Mazzitelli, ma ben presto è colmparso su centinaia di altre bacheche, tra cui quella del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati.

Il fumo sarebbe stato provocato da una reazione durante il travaso dell’acciaio, tramite ‘carraccio’, dai forni fusori all’impianto convertitore AOD2 dell’acciaieria. Il fatto che una parte del percorso, di diverse decine di metri, sia all’aperto, avrebbe reso visibile e percepibile il fenomeno.

La versione di Ast

"Nel primo pomeriggio si è creata una situazione anomala in acciaieria. Durante il normale trasporto di una siviera contenente acciaio fuso - spiega una nota diffusa dall'azienda -  per cause in corso di accertamento, si è registrata un’emissione improvvisa e imprevista di fumi. L’evento si è esaurito nel giro di pochi minuti e non si è ripetuto nelle colate seguenti. L’azienda ha informato l’Arpa che ha inviato i propri tecnici sul posto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento