Allarme furti e spaccio di droga, scatta l’operazione “Natale sicuro”

Rafforzata l’attività di controllo del territorio contro i reati predatori. Turista americano sorpreso con la cocaina, due espulsioni dal territorio nazionale

Furti, spaccio di droga, reati predatori. Sono i crimini contro i quali si concentra, in modo particolare, l’attività di controllo del territorio in vista dell’avvicinarsi delle festività natalizie, così come disposto dal questore di Terni, Antonino Messineo, sulla base delle indicazioni provenienti dal ministero dell’Interno e recepite dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza.

Le prime operazioni hanno interessato la città di Orvieto in quartieri sia centrali che periferici, dove si sono maggiormente riscontrati fenomeni delittuosi. Hanno collaborato pattuglie del commissariato, del reparto prevenzione crimine Umbria-Marche e un’unità cinofila del Centro di Nettuno, assieme a carabinieri, guardia di finanza e polizia municipale.

Sotto la lente le aree di spaccio di sostanze stupefacenti, zone di degrado urbano, aree territoriali dove si manifestano maggiori criticità, con l’adozione di nuove strategie di intervento, dando dimostrazione visibile alla cittadinanza della presenza delle forze di polizia.

I servizi, che verranno ripetuti, anche in vista delle festività natalizie, hanno portato all’identificazione di 64 persone, di cui 6 con precedenti di polizia, al controllo di 43 veicoli e di 2 esercizi pubblici. Sono stati 575 i veicoli controllati con il sistema A.N.P.R. (Anagrafe nazionale popolazione residente).

Durante i controlli, è stato fermato anche un turista americano di 47 anni, che, trovato in possesso di una dose di cocaina per uso personale, è stato segnalato alla prefettura come assuntore di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, nella giornata di ieri, due cittadini marocchini sono stati espulsi dal territorio nazionale. Il primo, di 34 anni, è stato scarcerato dal carcere di Orvieto per fine pena per una condanna per stupefacenti, il secondo, di 32 anni, scarcerato sempre per fine pena dalla casa circondariale di Terni, dove era stato rinchiuso per una condanna a seguito di numerosi reati - commessi tra Arezzo, Firenze e Messina, tra cui spaccio, rapina (ad un’anziana), danneggiamento, violenza e oltraggio pubblico ufficiale, anche all’interno del carcere, con diverse espulsioni all’attivo, alle quali non aveva mai ottemperato - è stato accompagnato al centro di permanenza e rimpatrio di Potenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

  • Addio a Maria Chiara. Mons. Piemontese: "Non esiste un'app "Immuni" per la droga. La felicità è altrove"

  • "Sognava di diventare medico". Gli amici e le istituzioni ricordano Maria Chiara. Oggi l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento