menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Anche le auto saccheggiate dai ladri

Anche le auto saccheggiate dai ladri

Furti alla scuola d'infanzia di Gabelletta, i genitori chiedono più controlli

Scatta la raccolta di firme alla "Felice Fatati": "Serve la videosorveglianza". La Lega incontra il prefetto De Biagi: combattere lo spaccio di droga tra i giovanissimi

Raffica di furti alla scuola d'infanzia "Felice Fatati" di Gabelletta. Nei mesi scorsi la scuola e il piazzale antistante la struttura sono stati presi di mira dai ladri che di notte si sono introdotti all'interno dello stabile per portare via materiale didattico e di giorno hanno saccheggiato le auto in sosta nel parcheggio. Tra i genitori dei piccoli alunni della "Fatati" è stata avviata una raccolta di firme per chiedere più controlli e l'installazione di sistemi di videosorveglianza che possano fare da deterrente.

La questione è stata portata all'attenzione del prefetto di Terni, Paolo De Biagi, dall'assessore comunale alla Scuola, Valeria Alessandrini e dal capogruppo della Lega in consiglio regionale nonché consigliere comunale Emanuele Fiorini. Al prefetto è stata consegnata la raccolta di firme e più in generale, evidenzia Fiorini, "abbiamo affrontato la situazione relativa alle scuole del territorio, delineando un percorso comune da intraprendere per la salvaguardia della sicurezza dei bambini e dei ragazzi. Il prefetto ha manifestato attenzione alla situazione garantendo il massimo impegno per la tutela della sicurezza degli istituti scolastici e degli studenti”.

Nel corso dell'incontro si è discusso anche delle misure da intraprendere per combattere il fenomeno del consumo di droga tra giovani e giovanissimi. "A tal proposito - affermano Fiorini e la Alessandrini - abbiamo pensato a proposte di didattica negli istituti di ogni ordine e grado e l’avvio di una campagna di comunicazione per informare i giovani sui rischi connessi al consumo di stupefacenti”.

Il Pd: ci sono le soluzioni, altre iniziative inopportune

"Si tratta di fatti che risalgono alla scorsa primavera - interviene il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Francesco Filipponi - e non appena insediata la nuova consigliatura abbiamo coinvolto la direzione scolastica, la sezione della polizia municipale e gli anziani del centro sociale sottostante, oltre ai genitori, per cercare di individuare le possibili soluzioni da portare all'attenzione dell'amministrazione comunale. Inoltre nell'ambito del rinnovo del patto per Terni città sicura abbiamo verificato la previsione dell'implementazione della videosorveglianza nei plessi degli istituti scolastci. Riteniamo quindi inopportuna l'implementazione di azioni che aumentano la percezione di insicurezza, ribadiamo invece la necessità di strategie serie che coinvolgano la cittadinanza per la formazione di una reale consapevolezza, insieme alle scuole, al comune e alle forze dell'ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento