Cronaca

Da Napoli a Terni per rubare, 68 colpi e un bottino da oltre 300mila euro: presi

I raid messi a segno a Terni, Narni, Orvieto, Fabro e Amelia in appartamenti e capannoni. Le indagini della polizia: due in manette, uno è ancora ricercato

Sessantotto furti messi a segno dal 22 dicembre 2020 al 31 marzo 2021. Più nel dettaglio: 26 a Terni in cinque occasioni diverse (a Maratta, Collescipoli e alle piscine dello stadio), 18 ad Amelia, 12 a Narni e 5 rispettivamente a Orvieto e Fabro. Due colpi sono stati messi a segno anche a Potenza, in Basilicata. Per un bottino complessivo che supera i 300mila euro mentre il conto totale, fra danni e refurtiva, supera gli 800mila euro. Diverse le attività interessate: case, attività commerciali, capannoni. Con un modus operandi che era sempre lo stesso. I ladri - tutti domiciliati nel campo nomadi Gianturco di Napoli - entravano in azione di notte. Evitavano di rubare negli appartamenti, preferendo portarsi via le auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo indizio seguito dagli investigatori della squadra mobile di Terni - diretta da Davide Caldarozzi, mentre le indagini sono state seguite dal procuratore Alberto Liguori e dal sostituto Camilla Coraggio - viene fuori il 12 gennaio scorso, quando uno dei presunti ladri viene fermato per un controllo dalla polizia stradale di Cassino. Intercettazioni e immagini delle videocamere di sorveglianza hanno aiutato a mettere assieme il puzzle: tre gli indagati, due dei quali sono stati arrestati mentre uno resta ricercato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Napoli a Terni per rubare, 68 colpi e un bottino da oltre 300mila euro: presi

TerniToday è in caricamento