rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca Campitello / Via del Mandorlo

“Gatta colpita con un’arma da fuoco in via del Mandorlo a Terni: fatto gravissimo, presentata denuncia”

La segnalazione di Enpa alla polizia dopo gli accertamenti veterinari: “Può succedere ancora, come può accadere che si colpisca altro, magari un bambino”

Il referto clinico dello scorso 15 settembre lascia poco spazio alle interpretazioni: “Dall’anamnesi risulta che il gatto era scomparso da otto giorni dalla colonia felina di via del Mandorlo ed era poi ricomparso mostrando segni di malessere generale. Dalla visita clinica si è ritenuto necessario procedere all'esecuzione di un esame radiografico totalbody dal quale è emersa la presenza di un corpo estraneo compatibile con un piombino ad aria compressa”.  

Per questo Enpa Terni ha presentato “una formale denuncia per il gravissimo fatto accaduto a settembre in via del Mandorlo: una gatta della colonia felina, stanziata nella zona da anni, è stata colpita con un’arma da fuoco e nel suo corpo ne sono rimaste tracce. La gattina ora sta meglio dopo intervento chirurgico e cure – scrive l’associazione in un post sul suo profilo Facebook - ma questo non toglie nulla alla gravità del fatto”.

Enpa prosegue mettendo in allerta che “in quella zona” possa esserci “una persona pericolosa, che si diverte a sparare ai gatti. Può succedere ancora, come può accadere che colpisca altro... Magari un bambino. Quindi prestiamo tutti la massima attenzione”, suggerisce l’associazione per poi ricordare che “il maltrattamento degli animali, in diritto penale, è il reato previsto dall’articolo 544-ter del codice penale che prevede una pena da 3 mesi a 18 mesi o multa da 5mila a 30mila euro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Gatta colpita con un’arma da fuoco in via del Mandorlo a Terni: fatto gravissimo, presentata denuncia”

TerniToday è in caricamento