rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Acquasparta

Apre una palestra abusiva e incassa pure il reddito di cittadinanza: ternano nei guai

Da tre anni prendeva il sussidio ma nel frattempo gestiva anche un centro di attività motorie ad Acquasparta: denunciato dai carabinieri

Da tre anni incassava il reddito di cittadinanza perché sulla carta risultava disoccupato. Ma nel frattempo aveva aperto una palestra ad Acquasparta. Per questo un quarantenne ternano è stato denunciato dai carabinieri di Terni.

L’indagine condotta dai militari avrebbe infatti permesso di appurare che l’uomo, classe 79, originario di Terni ma residente – appunto – ad Acquasparta, dal 2019 percepiva il sussidio ma gestiva anche illegalmente un centro di attività motorie, allestito in uno stabile di proprietà della madre, che a seguito di accertamenti è risultato privo delle necessarie certificazioni.

All’uomo è stata quindi anche contestata una sanzione amministrativa di 3.300 euro per la mancanza dell’inoltro della segnalazione certificata di inizio attività (Scia) al Comune di Acquasparta che, con propria ordinanza, ha disposto la chiusura del centro. Inoltre, è stato attivato l’ispettorato del lavoro di Terni per la revoca del reddito di cittadinanza ed il recupero delle somme indebitamente percepite.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre una palestra abusiva e incassa pure il reddito di cittadinanza: ternano nei guai

TerniToday è in caricamento