menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di spaccio e spregio delle norme anti covid. 35 giorni di sospensione della licenza per un bar di Viale dello Stadio

La gestrice del locale aveva già subito una chiusura lo scorso anno per motivazioni analoghe

Lo scorso giovedì 5 marzo gli agenti della polizia di Terni hanno arrestato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, la titolare di un bar di Viale dello Stadio. Inolte, una azione parallela della polizia amministrativa, ha portato la questura di Terni a sospendere per giorni 30 le licenze e le attività commerciali del locale.

C'è già un precedente

La misura, secondo gli inquirenti, si è resa necessaria e urgente per ragioni di ordine e sicurezza pubblica perché di mezzo c'è anche la salvaguardia della salute dei cittadini. Inoltre, la gestrice del locale sembra essere recidiva, infatti già nel maggio del 2020 le era stato elevato uno stesso provvedimento per cause analoghe.

I 30 giorni di chiusura vanno, peraltro, ad aggiungersi ai 5 giorni di inibizione dell’attività commerciale già applicati in forza della cosiddetta Normativa anti-Covid-19 – in quanto nell’ambito dell’operazione del 5 marzo, alcuni clienti sostavano all’interno del bar consumando cibi e bevande in violazione del Dpcm dello scorso 2 marzo 2021.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento