rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

No vax, ecco la “stangata”: arrivano multe per oltre 2,4 milioni di euro

Dal primo febbraio scatta l’obbligo vaccinale per gli over 50: chi non è in regola rischia una sanzione da 100 euro. La situazione in Umbria: quasi 88mila persone senza vaccino, più di 24mila hanno oltre 50 anni

Il conto è presto fatto: 24.445 per cento fa qualcosa in più di 2,4 milioni. Di euro. Ossia, la stangata che pende sul “popolo” dei no vax dell’Umbria a poche ore dall’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per gli over 50 che scatta da martedì 4 febbraio. A partire da questa data, chi non si è immunizzato, rischia una multa da cento euro per l’inosservanza delle disposizioni applicate dal Governo.

La multa porterà la firma dell’Agenzia delle entrate che incrocerà i dati della popolazione residente con quelli dell’anagrafe vaccinale: chi è fuori, riceverà l’invito a pagare. Ma dovrà comunque mettersi in regola perché, pagare la multa non esimerà comunque dal provvedere a regolarizzare la propria posizione.

La multa potrà però essere contestata: entro 10 giorni, il destinatario dell'ammenda potrà infatti inviare alla Asl competente un eventuale certificato di esenzione o motivare le ragioni della mancata vaccinazione. Analoga comunicazione dovrà essere inviata all’Agenzia delle entrate. Sarà poi compito della Asl a valutare caso per caso se il soggetto è effettivamente da sanzionare.

In base al report pubblicato settimanalmente dalla presidenza del Consiglio dei ministri, ad oggi in Umbria sono 87.960 le persone – da 5 anni in su – che non hanno ricevuto alcuna dose di vaccino. Di questi, gli over 50 sono 24.445. Il dettaglio: over 80, 3.070 (3,61%); 70-79, 5.043 (5,16%); 60-69, 6.166 (5,47%); 50-59, 10.166 (7,46%); 40-49, 12.660 (10,24%); 30-39, 8.915 (9,67%); 20-29, 5.304 (6,77%); 12-19, 7.111 (11,18%); 5-11, 29.525 (59,10%).

Sempre in tema di vaccini, green pass e nuove regole, il 15 febbraio entrerà in vigore anche l’obbligo di green pass rafforzato sul luogo di lavoro per chi ha più di 50 anni. Chi viene sorpreso senza il certificato (che si ottiene solo con la vaccinazione o un certificato di guarigione dal Covid) rischia in questo caso una sanzione da 600 a 1.500 euro, oltre a risultare assente ingiustificato perdendo così il diritto a retribuzione e contributi. Il mancato possesso per quattro giorni (anche non consecutivi) del super green pass attestante l’obbligo fa infatti scattare, a partire dal quinto giorno, la sospensione dal servizio e dallo stipendio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No vax, ecco la “stangata”: arrivano multe per oltre 2,4 milioni di euro

TerniToday è in caricamento