Guasto alla stazione, il treno non si ferma: la rabbia dei passeggeri

Disagi per una trentina di persone a bordo dell’Euronight di giovedì sera che sarebbero dovuti scendere ad Orvieto, ma il convoglio ha proseguito per Chiusi. Si muove il comitato dei pendolari

Il treno si ferma in galleria e dagli altoparlanti arriva l’annuncio: c’è un guasto allo scambio per Orvieto che provocherà un ritardo di 20 minuti. Ne passano cinque, il convoglio riparte in direzione Chiusi. “E come facciamo a tornare a casa?”. La domanda è legittima, la risposta non è stata affatto scontata.

È successo ieri sera, giovedì 13 settembre, intorno alle 20.30. Quando l’Euronight 294, partito da Roma Termini alle 19.04 si è fermato poco prima della città della Rupe. Un guasto allo scambio – annunciano a bordo – provocherà un ritardo di 20 minuti. Il ritardo, nel volgere di poco tempo, si trasforma in fermata soppressa. Niente stop ad Orvieto, si prosegue in direzione di Chiusi, dove il convoglio diretto a Vienna sarebbe comunque arrivato, ma in anticipo rispetto ai tempi condizionati dal ritardo dovuto al guasto.

Alla comunicazione manca però un pezzo. Ossia le modalità con cui i circa trenta passeggeri che sarebbero dovuti scendere sulla Rupe potranno rientrare a casa. A questo punto, i passeggeri fanno pressioni sul capotreno perché avverta – almeno – la stazione di Chiusi dove c’è un treno in partenza per Orvieto alle 20.59. Si gioca tutto sul filo dei minuti e soprattutto sul fatto che non sia stato nel frattempo istituito un servizio sostitutivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dimenticanze” che sembra non si siano verificate l’altra sera per la prima volta e che dunque adesso stanno spingendo il comitato pendolari a ragionare su eventuali iniziative da mettere in campo. Non solo per quanto accaduto giovedì sera, ma per evitare soprattutto che tutto questo torni a ripetersi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento