menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I domiciliari gli andavano stretti, così finisce direttamente al carcere ternano di Sabbione

Era stato condannato per "rapina in concorso". Il protagonista è un 21enne di origine marocchine

Era agli arresti domiciliari ma violava continuamente la misura restrittiva. Così un 21enne di origine marocchine e domiciliato a Terni, è finito direttamente alla casa circondariale di Sabbione nel pomeriggio di sabato 30 gennaio.

Il giovane era in arresto per il reato di "rapina in concorso" dopo la sentenza del tribunale di La Spezia. La stessa corte, acquisite la testimonianze dei carabinieri relative ai numerosi tentativi di violazione dei domiciliari, ha convertito la pena in "custodia cautelare in carcere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Progetto Liberati, una rivoluzione per la città di Terni: “Dalle criticità alle opportunità”. Viabilità, infrastrutture e trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento