menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I ragazzi della Comunità incontro alla scoperta dei “segreti” dei vigili del fuoco

Quattro giorni di incontri nella struttura di Molino Silla fra video, dimostrazioni pratiche e racconti di esperienze

I vigili del fuoco del Comando provinciale di Terni, in sinergia con la Comunità incontro di Molino Silla di Amelia, hanno dato vita ad una serie di incontri tra i ragazzi ospiti della Comunità fondata dal compianto don Pierino Gelmini nel 1979 ed i vigili del fuoco del distaccamento di Amelia.

Il progetto, nato da un idea del comandante provinciale, ingegner Gianfrancesco Monopoli, è stato subito accolto positivamente dai suoi uomini, condiviso ed appoggiato dal comitato direttivo della Comunità. L’obiettivo di queste giornate d’incontro è stato quello di far conoscere ai vigili del fuoco di Amelia le caratteristiche del complesso di Molino Silla al fine di far fronte ad eventuali interventi ed ai ragazzi far conoscere i vigili del fuoco ed il loro lavoro. Uno scambio di esperienze ed emozioni che sicuramente faranno bene agli uni ed agli altri.

Le giornate sono state quattro, 6, 7, 12 e 13 marzo, dividendo i quasi 150 ospiti (circa 120 maschi e 25 donne) della Comunità in quattro gruppi in modo di ottimizzare lo scambio e dare la possibilità di intervenire a tutti e 4 i turni di servizio dei vigili del fuoco.

Gli incontri avevano inizio con una proiezione di video comunicativi sul lavoro dei vigili ed una semplice quanto interessante chiacchierata impostata sui pericoli specifici presenti nei locali e nelle sedi lavorative della Comunità, aiutando così a far capire ai ragazzi come evitare e cosa fare nel caso si verificasse un qualsiasi problema.

In seguito, in un area all’aperto i vigili del fuoco, tra la curiosità dei ragazzi, hanno mostrato le attrezzature caricate sui loro mezzi spiegandone l’utilizzo. La simulazione di un incidente stradale con il relativo uso del gruppo divaricatore/cesoie e lo spegnimento di un incendio con gli estintori sono state le dimostrazioni d’intervento a cui hanno poi attentamente assistito i ragazzi.

Ma la cosa fondamentale e scopo fondamentale delle giornate è stato il coinvolgimento dei ragazzi ed il loro mescolarsi tra i pompieri in un serio interessamento con susseguirsi di domande e richieste di esperienze di lavoro e vita, in uno scambio “emozionale” reciproco che ha fatto bene sicuramente a tutti.

Salvare la vita e salvarsi la vita è stato lo slogan virtuale di questo bel progetto che ha sicuramente gettato le basi per future iniziative nel consolidamento di una amicizia che ormai ha fondamento agli inizi degli anni ‘90, quando è stato inaugurato nel 1992 il distaccamento vigili del fuoco di Amelia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento