rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca Orvieto

Incassa il reddito di cittadinanza e fa il cameriere in nero: scoperto dalla Finanza

Operazione delle Fiamme gialle di Orvieto contro evasione fiscale e lavoro sommerso: trovati dieci lavoratori irregolari tra un cui un ragazzino e uno straniero senza permesso di soggiorno

Sulla carta era disoccupato. In realtà, con in tasca l’assegno del reddito di cittadinanza, faceva il cameriere in nero. È uno dei dieci lavoratori irregolari scoperti dai finanzieri della Tenenza di Orvieto, coordinati dal comando provinciale della guardia di finanza di Terni, nell’ambito dei controlli a contrasto dell’evasione fiscale e del lavoro sommerso.
Il dispositivo è stato attivato in concomitanza con il notevole flusso turistico estivo sulla città della Rupe ed ha permesso di accertare numerose irregolarità fiscali e di scoprire 10 lavoratori, tra cui un minore, che svolgevano, presso tre esercizi di ristorazione, l’attività con una posizione irregolare completamente in nero e senza contratto né tutele.

In particolare, nei confronti del percettore del reddito di cittadinanza, è stato interessato il competente ufficio Inps con formale richiesta di interruzione del contributo pubblico, non essendo state comunicate le modifiche reddituali del nucleo familiare.

Tra le varie irregolarità riscontrate, grave è stata la contestazione di sfruttamento del lavoro minorile, sanzionata con una multa che può arrivare fino a 12.000 euro.

Complessivamente le attività si sono concluse con l’irrogazione di sanzioni amministrative per oltre 40mila euro: un datore di lavoro è stato anche denunciato per l’utilizzo di un lavoratore straniero senza permesso di soggiorno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassa il reddito di cittadinanza e fa il cameriere in nero: scoperto dalla Finanza

TerniToday è in caricamento