Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Maratta

Incendio a Maratta, l’ordinanza: “Ecco cosa fare per chi abita entro 3 chilometri dal rogo”

Latini firma il documento “a scopo precauzionale in attesa dei risultati Arpa”. No alla raccolta dei prodotti dei campi, niente pascoli. Nessun problema per i rifiuti

Il sindaco Latini firma il provvedimento “precauzionale in attesa dei dati Arpa”. Lavare bene i prodotti degli orti, non darli a bambini e a donne in gravidanza, no al consumo di cereali, dei funghi e niente pascolo per gli animali. Queste in sintesi le nuove regole per chi abita entro tre chilometri dal rogo che giovedì ha coinvolto il deposito dei rifiuti dell’Asm, in zona Maratta. 

Gallery: le immagini 

Video: i soccorsi in azione

Video: le fiamme a un passo

La decisione è arrivata nella nottata di giovedì, con i tecnici dell’Arpa intervenuta subito per i rilevamenti necessari a valutare l'impatto dell’evento sull’aria. In attesa della redazione del modello di ricaduta degli inquinanti aereodispersi, in virtù del principio di precauzione stabilito dalla normativa, il sindaco Latini ha firmato l’ordinanza in cui viene definita un’area con il raggio di tre chilometri dal punto dell’incendio dove, sempre per il principio di precauzione, vigeranno le seguenti regole: il consumo di prodotti alimentari coltivati sarà possibile solo dopo accurato lavaggio con acqua associato a strofinamento delle superfici e, ove possibile, alla rimozione del rivestimento superficiale mediante spellatura o sbucciatura; il divieto di consumo dei prodotti coltivati nell’area individuata, da parte dei soggetti più a rischio, come bambini, donne in gravidanza e in allattamento; il divieto di raccolta e consumo di funghi epigei ed erbe spontanee; il divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile; il divieto di utilizzo dei foraggi e dei cereali destinati agli animali, raccolti nell’area individuata.

“I risultati dei monitoraggi Arpa - scrive inoltre il Comune - saranno tempestivamente resi noti ai cittadini non appena nelle disponibilità dell’Amministrazione comunale e potranno essere utilizzati per rimodulare e/o revocare l’ordinanza. Si attende nelle prossime ore una comunicazione da parte di Asm relativa alle condizioni generali dell’impianto di selezione e trasferenza e del materiale oggetto di combustione, oltre all’avvenuta effettuazione di tutti gli adempimenti prescrittivi presenti all’interno della Autorizzazione Integrata Ambientale. Asm si sta organizzando affinché le operazioni di raccolta e smaltimento dei rifiuti vengano effettuate nelle prossime settimane in maniera regolare e senza creare disagi ai cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a Maratta, l’ordinanza: “Ecco cosa fare per chi abita entro 3 chilometri dal rogo”

TerniToday è in caricamento