Esplosione in palazzina, il video e gli aggiornamenti. La testimonianza: "Una scena surreale"

Tre i feriti. Uno è grave ed è stato trasportato al Centro grandi ustionati di Roma. L'incidente causato da una fuga di gas

E' stata una fuga di gas a causare la terribile esplosione che, ieri pomeriggio, ha letteralmente devastato una palazzina a Terni, in zona Santa Maria Maddalena.

L'incendio che si è sviluppato nell'appartamento, in strada degli Arroni, ha causato ustioni gravi a tre uomini, uno di nazionalità italiana e due di nazionalità nigeriana che, secondo una prima ricostruzione, stavano cercando di risolvere un problema all'impianto di riscaldamento. L'abitazione, infatti, avrebbe utilizzato bombole gpl esterne e fisse, bombole che sarebbero state ricaricate proprio nella giornata di sabato. E sarebbe stata la mancata chiusura dei rubinetti dopo tale operazione ad aver causato l'esplosione. La dinamica, preannunciata da un fortissimo boato sentito da tutti i residenti della zona, è comunque in fase di ricostruzione.

Dei tre feriti, uno sarebbe stato addirittura sbalzato fuori dall'appartamento per la violenza della deflagrazione. Come comunicato in una nota dall'ospedale, a preoccupare sarebbero in particolar modo le condizioni di uno dei feriti, trasportato al Centro grandi ustionati di Roma, di cui al momento non si hanno notizie. Riguardo agli altri due uomini, si tratta di un nigeriano di 40 anni che ha riportato ustioni di primo e soprattutto di secondo grado diffuse al volto e agli arti e fratture multiple a seguito dello sbalzo causato dallo scoppio, e di un quarantacinquenne nato a Milano e residente a Terni, anche lui con ustioni diffuse di primo e secondo grado. Entrambi  sono  sotto terapia antibiotica per la prevenzione delle infezioni,  ricoverati in condizioni stazionarie, uno nel reparto di Medicina Interna e l'altro in Medicina d'Urgenza. 

I danni hanno coinvolto l'intera palazzina, composta da 16 appartamenti, che è stata evacuata. Le operazioni del pomeriggio hanno visto impegnati i Vigili del fuoco che hanno tratto in salvo altri residenti che si trovavano all'interno dell'edificio, di cui un uomo sul tetto, raggiunto per sfuggire alle fiamme. Per motivi di sicurezza, inoltre, si è provveduto a sospendere l'erogazione di energia elettrica in tutta la via fino alle 20,30.

La testimonianza: "Una scena surreale"

Tanti i residenti e le persone che si sono trovati sul luogo dell'incidente. Tra questi, un ragazzo che stava completando in proprio in quei minuti le pratiche per prendere in affitto un appartamento in una palazzina vicina a quella devastata dall'eplosione. "Una scena surreale...sembrava di stare in un film - racconta -. Dopo il boato mi sono girato e ho visto i vetri e altri frammenti schizzare ad almeno 30 metri di raggio dall’abitazione..ed insieme ad essi è precipitato uno degli abitanti. Terribile".

L'assessore Francescangeli: "Poteva essere una strage, la sicurezza è il bene di tutti"

Sul posto, sin dai primi minuti dopo l'esplosione, anche l’assessore alla sicurezza Francescangeli: "Sono molto scossa da quello che è accaduto - afferma -. La deflagrazione, l'incendio, i vetri ovunque, i feriti a terra con la pelle a brandelli, l'odore acre del fumo, una scena apocalittica. Sono scossa ma, al contempo, rinfrancata dal fatto che fortunatamente il bilancio delle vittime, dirette ed indirette, pur se pesantissimo, oltre 10 abitazioni danneggiate, non è proporzionato alla gravità della esplosione. Poteva essere una strage. Pare sia esplosa una bombola di gas, all'interno di un'abitazione, ma perché la bombola era in un appartamento servito dal gas ad uso domestico? E per essere li, erano stati rispettati tutti i limiti e le disposizioni imposti dalla legge, per l'uso delle bombole in condominio? Dopo questo evento, torna prepotentemente all'attenzione il tema della sicurezza, tema peraltro mai trascurato, diritto dei cittadini e dovere degli amministratori. Quella di garantire una città sicura, una "Terni città sicura" e stata sempre una esigenza molto sentita e perseguita dall'amministrazione. Pertanto, nell'ambito delle iniziative già condivise, sui tavoli della sicurezza integrata, ed intraprese, sarà necessario intensificare i controlli e concordare ed adottare, con tutti i soggetti preposti, ogni provvedimento utile a scongiurare il ripetersi di episodi di questo genere. La sicurezza è il bene di tutti".

 IL VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento