rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Incendi Guardea

Ternano in fiamme, la “mano” del piromane sull’incendio che devasta Guardea

Il rogo sarebbe stato appiccato in due punti distinti e difficilmente accessibili. Cinque squadre di vigili del fuoco ancora al lavoro, proseguono i lanci con il canadair

Potrebbe non essere un caso. L’incendio che da ieri pomeriggio ha ricominciato a devastare Guardea potrebbe infatti essere di natura dolosa. Dai primi accertamenti sembrerebbe infatti che il rogo abbia due punti di innesco, scelti in particolare per la posizione difficilmente accessibile. Da lì le fiamme, complice il grande caldo, la terra riarsa e le folate di vento, si sarebbero espanse fino a ricreare l’inferno che ormai quasi da ventiquattro ore tiene in apprensione il borgo del Ternano.

I vigili del fuoco di Terni hanno lavorato per tutta la notte con l’obiettivo di circoscrivere le fiamme: sul posto ci sono cinque squadre del 115 oltre al direttore delle operazioni di spegnimento. Da questa mattina alle 7 è al lavoro anche un canadair con lanci ripetuti sulle zone più impervie. Al lavoro anche personale dell’agenzia forestale regionale e personale Prociv: l’obiettivo è bloccare le fiamme e impedire che arrivino alla montagna. Altrimenti, si rischia di innescare quella che viene definita una “catastrofe ecologica”.

La fuliggine dell’incendio è arrivata fino ad Orte: a darne notizia è la protezione civile della cittadina laziale che ha inviato sul luogo dell’incendio una squadra a supporto delle operazioni di soccorso e spegnimento.

L’amministrazione comunale di Guardea lancia inoltre un appello ai cittadini: evitare di avvicinarsi alle zone interessate dalle fiamme e soprattutto di sostare con le auto per curiosità nei pressi dei focolai.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternano in fiamme, la “mano” del piromane sull’incendio che devasta Guardea

TerniToday è in caricamento