Mercoledì, 17 Luglio 2024
Incidenti stradali

Una moto e quella strada maledetta: la tragica fatalità che accomuna due vite spezzate

A luglio di ventuno anni fa, sempre nei pressi delle ex officine Bosco dove la notte scorsa ha perso la vita un sedicenne narnese, un altro incidente mortale coinvolse un ragazzo di diciassette anni

Una tragica fatalità. A poca distanza dal punto dove la notte scorsa ha perso la vita il 16enne narnese Giacomo Astarita, nella notte fra il 26 e il 27 maggio del 2003 morì, in analoghe circostanze, un altro giovane narnese. Si chiamava Stefano Proietti e aveva 17 anni.

Anche lui era in sella a una moto e stava facendo rientro a Narni, dopo essere stato ad una festa a Terni. Arrivato all’altezza dell’ex stabilimento della Bosco, perse il controllo del mezzo e andò a sbattere violentemente contro il palo di sostegno di un segnale stradale. Stefano, che viaggiava da solo, morì sul colpo lasciando sgomenti i suoi genitori, la sorella, i tantissimi amici e compagni di scuola.

Nell’apprendere di questo nuovo incidente accaduto a pochi metri di distanza da dove più di venti anni fa accadde quella tragedia, la mente di molti è andata a quel tragico ricordo legato alla scomparsa di Stefano, un giovane allegro e pieno di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una moto e quella strada maledetta: la tragica fatalità che accomuna due vite spezzate
TerniToday è in caricamento