Drammatico incidente sull’Autosole, padre e figlio muoiono carbonizzati

Lo scontro tra un’auto e un tir intorno alle 7.30 tra Orvieto e Fabro, i mezzi sono stati avvolti dalle fiamme. Salva la madre, estratta dalle lamiere dagli agenti della Stradale. Feriti i due occupanti del mezzo pesante

Drammatico incidente stradale questa mattina intorno alle 7.30 nel tratto umbro dell’Autostrada del sole. Un tir si è scontrato con un’automobile lungo la corsia nord tra Orvieto e Fabro. Due le vittime: si tratta di padre e figlio, Michele e Marcello Melillo di 33 e 9 anni, morti carbonizzati nell’auto avvolta dalle fiamme. La famiglia è originaria di Caiazzo, paese in provincia di Caserta. Incendiato anche il tir.

Salva la madre, ora ricoverata all’ospedale di Orvieto, estratta dalle lamiere dell'auto e portata in salvo appena qualche attimo prima che divampasse l'incendio che ha poi divorato il veicolo. Feriti anche gli occupanti del camion, un uomo e una donna, entrambi cinquantenni di origine bulgara. Sottoposti all'alcol test, sono risultati negativi sia a sostanze alcoliche che stupefacenti.

Come è successo l'incidente

Sulla dinamica dei fatti stanno lavorando gli agenti della polizia stradale di Orvieto, giunti sul posto assieme ai vigili del fuoco che sono riusciti a domare quasi completamente le fiamme, ma il fumo ha a lungo impedito di estrarre i cadaveri dall’auto. Dalle prime informazioni sembra però che l'impatto tra l'autoarticolato - che trasportava pasta - e la macchina sia avvenuto nel momento in cui la vettura stava sorpassando il mezzo pesante. Il camion avrebbe però sbandato, colpendo la vettura e scagliandola contro il guard rail, per poi trascinarla per qualche metro.

Il traffico

La corsia nord dell’Autosole è stata chiusa al traffico, mentre sulla corsia sud – parzialmente invasa dal tir che si è ribaltato – si transita soltanto sulla corsia di emergenza. Società autostrade sta provvedendo alla distribuzione di bottiglie d’acqua agli automobilisti bloccati nelle lunghe code.

Le uscite consigliate sono quella di Orvieto per chi è diretto a nord: da qui, dopo un tratto di viabilità ordinaria, si può riprendere l’autostrada a Fabro. Per chi invece è diretto a sud, è consigliabile uscire a Fabro e rientrare ad Orvieto. Possibile anche uscire al casello di Orte e poi prendere in direzione di Perugia fino a ricongiungersi con l’Autosole in Valdichiana.

Intorno alle 14 l'Autosole è stata riaperta ad Orte: al momento, nel punto interessato dall'incidente, si transita sulla corsia opposta con doppio senso di marcia.

incidente_orvieto_2-2incidente_orvieto_1-2


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento