Mercoledì, 29 Settembre 2021
Incidenti stradali Acquasparta

Investe un cinghiale, sbanda e finisce contro un albero: muore a 54 anni. Una città in lutto

Acquasparta, incidente stradale nel cuore della notte lungo la strada Tiberina. La vittima è un dipendente comunale, lascia due figlie. Il cordoglio dell’Amministrazione

La dinamica è drammaticamente chiara. Intorno alla mezzanotte di ieri, Gabriele Pecci, dipendente comunale di Acquasparta, sta percorrendo la strada Tiberina quando, nei pressi di Furapane, si accorge all’ultimo momento che in mezzo alla strada c’è un grosso cinghiale. Prova a frenare, ma la Fiat Panda su cui viaggia non rallenta abbastanza. L’impatto è violentissimo, l’animale muore sul colpo e poi – probabilmente – si infila sotto la vettura, facendole perdere aderenza. A questo punto, l’auto è fuori controllo e va a sbattere contro un albero, posto sulla destra della carreggiata.

La vita dell’uomo, 54 anni e padre di due figlie, si ferma in pochi istanti. Sul posto accorrono carabinieri, polizia stradale, polizia locale e medici del 118. I soccorritori non possono fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

Sul posto anche il sindaco di Acquasparta, Giovanni Montani, che poco fa ha diffuso un messaggio di commiato dalla pagina facebook del Comune: “L’amministrazione comunale, i funzionari e i colleghi di lavoro esprimono il più profondo cordoglio per la tragica scomparsa di Gabriele Pecci, da tanti anni dipendente del Comune di Acquasparta. Alla sua famiglia e alle persone a lui più care tutta la nostra vicinanza”.

I funerali si svolgeranno nella giornata di domani, sabato 19 settembre, alle 10 nella chiesa di San Filippo e Giacomo, nella frazione di Portaria, dove Pecci abitava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investe un cinghiale, sbanda e finisce contro un albero: muore a 54 anni. Una città in lutto

TerniToday è in caricamento